Cerca

La denuncia

Forconi: "Ecco la black list dei funzionari di Equitalia sgraditi"

Forconi: "Ecco la black list dei funzionari di Equitalia sgraditi"

Dopo le proteste di piazza e i comizi, i forconi passano alle black list. Il Movimento dei Forconi mette nel mirino Equitalia. Così Dopo le liste contro i giornalisti non amici fatte da Beppe Grillo, ecco le liste dei Forconi riguardanti i dipendenti Equitalia sgraditi. Secondo il Quotidiano nazionale sta girando sul web una email diffusa da “La giusta forca”, sigla tra quelle che compongono il Movimento 9 dicembre. Il Quotidiano riporta una stralcio di questa email: “Di seguito i nomi di alcuni indegni aguzzini delle macchine fiscali che sono stati giudicati colpevoli dai comitati della Giusta Forca. Essi si sono macchiati di atti gravissimi contro persone, famiglie ed imprese, che hanno deliberatamente condotto alla catastrofe, e per questo meritano la forca”. Sempre secondo quanto scrive QN, i toni sarebbero apertamente minacciosi, con "dritte" per chi "opera in piazza": “Non approciate le persone sgradite durante le manifestazioni poiché le forze dell’ordine sarebbero così facilitate nel monitorarvi. Separatevi in piccoli gruppi ed agite rapidi ed invisibili”. Infine il comunicato del Movimento annuncia un'altra black list: “Seguiranno a breve nomi ed indirizzi dei politici più sfacciatamente impresentabili”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    18 Dicembre 2013 - 07:07

    Pare di sentire il ritornello del brano "inno dei sommergibilisti"di mussoliniana memoria.Con la differenza che questi erano eroi,gli altri perdaballe.

    Report

    Rispondi

  • gielle1

    15 Dicembre 2013 - 09:09

    Che un ministro e tutti i vari onorevoli abbiano dei costi per mandare avanti il loro operato, nessuno lo nega,è quindi logico che la loro retribuzione debba essere rapportata alle loro responsabilità, ma è pur vero che essi rappresentano il popolo Italiano, e per questo chi sbaglia ....paga e anche profumatamente quindi in virtù di ciò io proporrei che, al politico che venga preso con le mani nella..... marmellata, venga comminata una pena doppia e senza attenuanti di sorta. Forse questa prospettiva potrà scoraggiarli a prendere mazzette e dilapidare soldi di noi poveri contribuenti.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    14 Dicembre 2013 - 22:10

    serve solo una forte,compatta, prolungata, strategica forma di protesta. : far capire che lo stato siamo noi e non loro, loro dispongono del denaro che noi versiamo per le tasse, li dilapidano come fanno gli ubriaconi con lo stipendio al 10 del mese è' andato tutto in fumo (dell'alcool) ed osano chiederne sempre di più. !1) chiudere tutti i rubinetti fiscali, ignorando il giorno 16 di ogni mese e le scadenze intermedie.; 2) chi può compri all'estero benzina e generi di monopolio; non giocate nè al lotto nè al superenalotto.3)istituire un'azione legale per ogni abuso subito dalla pubblica amministrazione con denunce penali;4) artigiani commercianti e partite iva si iscrivano a IMPRESE CHE RESISTONO DISDETTANDO CNA CONFCOMMERCIO E CONFARTIGIANATO che sono solo mangiasoldi. presidiare il territorio va bene ma il governo se ne impipa delle proteste di piazza si sentono *protetti* occorre passare alla fase 2.

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    14 Dicembre 2013 - 21:09

    Pacifica ma dirompente . . La richiesta: Nessun funzionario di stato, dipendente o consulente, politico nazionale o regionale deve poter prendere più di 5.000 € al mese (lordo) se questa domanda non verrà attuata, ci riserviamo di fare le seguenti cose pacifiche. 1 . non guardare la TV nazionale (RAI) ma ci limiteremo a guardare le tV private. Nessuno acquisterà dal più grande supermercato nazionale (COOP) ad inoltranza, fino a che non verrà atuata la nostra richiesta, e casomai falisse continueremo la nostra battaglia con il secondo più grande e cosi via. Insomma chiediamo solo di NON GUARDARE LA RAI, e non acquistare dalla COOP. Tutte cose assolutmante legali. Diciamo che possiamo iniziare una campagna di propaganda tra persone su facebook ed inizieremo l'azione non violenta e pacifica, il 30 gennaio. Difondete..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog