Cerca

Privilegi volanti

Letta scrive: "Il fidanzato della Boldrini in Sudafrica? Tutto regolare", Feltri risponde: "Perché Mastella per il figlio fu linciato?"

Il premier difende la presidente della Camera: "La attaccate solo perché è donna". Il direttore non si scompone: "Chiacchiere, per la stessa ragione un Guardasigilli trattato molto peggio"

Letta scrive: "Il fidanzato della Boldrini in Sudafrica? Tutto regolare", Feltri risponde: "Perché Mastella per il figlio fu linciato?"

Adesso si scomoda anche il premier Enrico Letta per difendere la passeggiata in Sudafrica di Laura Boldrini. La linea difensiva è la stessa della presidente della Camera: "Ce l'avete con lei solo perché è donna". Il presidente del Consiglio, insolentito dalle polemiche mediatiche che hanno accompagnato la partecipazione della titolare di Montecitorio (con fidanzato) ai funerali di Nelson Mandela, inforca la penna e scrive a Vittorio Feltri, direttore editoriale de Il Giornale. "Il viaggio non ha comportato spese di alloggio - dice il premier, ribadendo un particolare noto - né spese aggiuntive a carico del bilancio pubblico. La sua partecipazione era pienamente legittima. Resta - chiosa il premier - il pregiudizio sessista, indizio di un doppiopesismo palese. Nessuna polemica, mai, sulle mogli accompagnatrici, levata di scudi se l'accompagnatore è uomo, a maggior ragione se non ufficialmente coniugato".

Nulla di nuovo - "Mi sarei aspettato una spiegazione di buon senso e mi rammarica che lei non me l'abbia fornita". La risposta di Feltri è secca quanto la lettera di Letta incapace di portare nuovi argomenti nel dibattito. La pietra angolare rimane il trattamento riservato all'allora Guardasigilli Clemente Mastella per un passaggio informale dato al figlio su un volo di Stato per Milano. "Il ministro fu attaccato con furore da ogni parte e accusato di familismo", ricorda il direttore, che chiude così: "Continuo a non capire perché sia considerato lecito il viaggio di Laura Boldrini (con fidanzato) e, invece, giudicato illecito quello di Clemente Mastella (con figlio). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    27 Dicembre 2013 - 15:03

    Una bella portineria per giornalisti che si attaccano a sciocchezze. La Boldrini ha occupato posti vuoti su un aereo che comunque avrebbe effettuato quel viaggio. Non ha aggiunto costi a carico dello Stato. Mastella, la DC, il braccio destro di Ciriaco De Mita. Vorremmo leggere qualcosa di più concreto, lasciando ai poveri di spirito tali argomenti

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    18 Dicembre 2013 - 08:08

    Volevi trombare stavi a casa. In questo modo hai trombato 52 milioni di italiani. Si allarga la schiera degli incapaci. Kyenge Cancellieri Boldrini in pole position. Nessuno ti attacca perché sei donna , è perché sei ladra.

    Report

    Rispondi

  • miracom

    miracom

    17 Dicembre 2013 - 23:11

    In questo paese, tutto è lecito quando trattasi di privilegi alla casta. Io vorrei sapere da Letta, a prescindere se è regolare che un toy boy segua la padrona, ma la Boldrini cosa è andata a fare al funerale di Mandela se l'invito era per capi di stato e capi di governo? Lo spreco non è la presenza del toy boy ma la presenza dell'altezzosa Boldrini e tutta la sua corte.

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    17 Dicembre 2013 - 21:09

    e la josefa non paga l imu, e ti fregano la moglie kazaka e il tuo uomo non sa na mazza, e saccomanni sparacchia cazzate, e la cancellieri telefonicchia, e la boldrini svolazza. meno male che duri poco altrimenti dove arriviamo?. oh naturalmente queste sono tutte sciocchezze vero?. a bary gli è franata una vigna ma solo a bondi gli è toccato dimettersi perchè non si alzato di notte a puntellare un muretto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog