Cerca

L'emendamento-boomerang

Gioco d'azzardo, lo Stato taglia i trasferimenti alle Regioni che limitano slot e videopoker

Il Pd vota un emendamento con Nuovo centrodestra e Scelta civica. Renzi: "Una porcata, cambiamolo". Maroni: "Vergogna, vincono le lobby!"

Enrico Letta e Matteo Renzi

Enrico Letta e Matteo Renzi

Il governo Letta gioca d'azzardo. Al Senato il Pd e Scelta civica votano l'emendamento proposto dal Nuovo centrodestra al decreto per fronteggiare il buco nelle casse del Comune di Roma che permetterà allo Stato di tagliare i trasferimenti alle Regioni e agli enti locali che vogliono "bloccare" videopoker e slot machines sul proprio territorio. Per qualcuno è un pasticcio, brutto, per evitare che in seguito al "no" degli enti locali lo Stato stesso sia obbligato a pagare penali milionarie ai gestori di gioco d'azzardo. Per altri è una mossa sporca, frutto delle pressioni delle lobby. In ogni caso, una pessima figura e una granata sotto le poltrone del governo Letta.

Renzi: "Una porcata, rimedieremo" - Il neosegretario del Pd Matteo Renzi ha definito senza mezzi termini l'emendamento "una porcata", in ideale unità d'intenti con chi ha votato contro: Forza Italia, Sel, Movimento 5 Stelle e Lega Nord. L'imbarazzo, tra i democratici, è evidente. E Renzi ha già detto che quanto accaduto "è inspiegabile. Ho chiesto al Pd di rimediare. Quell'emendamento è pazzesco, allucinante. Ho chiamato Lorenzo Guerini, coordinatore della segreteria del partito e si sta cercando una soluzione tecnica, un ordine del giorno o altro, perché è stata una cosa allucinante". Il governatore della Lombardia, il leghista Roberto Maroni, ha tuonato: "Che vergogna! La potente e ricchissima lobby delle slot e del gioco d'azzardo ha colpito ancora. Ostacoli le slot machines nel tuo territorio? Lo Stato ti taglia i trasferimenti". E il quotidiano leghista La Padania dedica la prima pagina sarcastica a Renzi, dal titolo Il bischero, sostenendo che il segretario ha già perso il controllo del partito. Sicuri però che l'azzardo questa volta non sia per Letta?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    20 Dicembre 2013 - 19:07

    110 e lode la tua domanda ma ahimè la risposta dei *baroni* 8nel senso che barano !)di palazzo chigi e (e palazzi limitrofi *affini*) è chè è composta da una banda di rincoglioniti acefali con la consistenza cerebrale del plankton (al loro confronto il plankton marino è geniale per come sopravvive negli abissi). tassare la prostituzione elegalizzarla magari porterà un po di confusione, ma vuoi mettere un bel po' di malavita italiana ed estera in meno?la soluzione è che si comprano degli appositi VOUCHER ANONIMI di diverso colore a seconda delle prestazioni e si esibisce al gestore delLA CASA CHIUSA. è come comprare una stecca di sigarette di marca..così si mantiene l'anonimato del cliente e lo stato introita e le libere professioniste sono protette da sfruttatori e delinquenti.. e la polizia può essere impegnata contro la malavita organizzata con più uomini e mezzi a disposizione..

    Report

    Rispondi

  • spalella

    20 Dicembre 2013 - 17:05

    i miserabili di Alfano presentano un emendamento pro delinquenti del gioco d'azzardo, ed il Pd nominato da Bersani vota a favore... poi, per arricchire il merdaio politico italiano, il neo segretario Pd definisce una porcata il voto dei nominati di Bersani ... io metteri in galera tutto il parlamento che ha votato a favore della delinquenzaa legalizzata. Insomma siamo con in messico o in colombia dove i parlamenti sono al soldo dei NARCOS...

    Report

    Rispondi

  • aronne1956

    20 Dicembre 2013 - 17:05

    Condivido il post di aracoeli. Forse qualcuno è più uguale degli altri.

    Report

    Rispondi

  • lucadagenova

    20 Dicembre 2013 - 16:04

    l'azzardo mal riuscito.. e' quello di aver fatto lui presidente del consiglio..che solenne cazzata ha fatto il mafioso

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog