Cerca

Sul filo di lana

Sfratti bloccati, 115 milioni per Roma
e web tax bloccata fino a luglio
Il Milleproroghe è legge

Via libera dal Consiglio dei ministri. Ecco i punti principali del super-decreto

Sfratti bloccati, 115 milioni per Roma
e web tax bloccata fino a luglio
Il Milleproroghe è legge

Affitt sospesi per chi ha un reddito fino a 21mila euro l'anno; stop agli "affitti d'oro entro il giugno 2014; pioggia di soldi pubblici per salvare Roma dal default; e web tax rinviata a dopo la metà del prossimo anno. Sono questi i punti salienti del decreto Milleproroghe  - lo strumento con cui vengono sanate tutte le situazioni di bilancio ancora pendenti e che necessariamente devono essere chiuse entro la fine dell’anno - approvato nella tarda serata di oggi, venerdì 27 dicembre, dal consiglio dei ministri. Un provvedimento preceduto da forti polemiche tra Palazzo chigi e l'opposizione e che è di fatto stato "salvato" dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il quale ha addotto motivazioni di urgenza.

Certo, il cosiddetto "Salva-Roma" non c'è più, ma il Milleproroghe prevede comunque misure per impedire il "fallimento" contabile della Capitale: arrivano 115 milioni per coprire il passivo di bilancio di Roma Capitale: "Il commissario straordinario è autorizzato a inserire, per un importo massimo di 115 milioni di euro - spiega la nota di Palazzo Chigi - nella massa passiva di cui all’articolo 14 del dl 31 maggio 2010 da destinare a partite debitorie rivenienti da obbligazioni od oneri anteriori al 28 aprile 2008. Roma Capitale può riacquisite l’esclusiva titolarità dei crediti e può avvalersi di appositi piani pluriennali per il rientro dal crediti verso le proprie partecipate".

Tra le questioni affrontate nel decreto anche la questione legata ai cosiddetti affitti d’oro, ovvero i canoni «d’oro» pagati per gli immobili di Camera e Senato: le amministrazioni pubbliche, prevede il Milleproroghe, potranno recedere dalle locazioni passive entro il 30 giugno 2014.

L’entrata in vigore della Web tax, cioè l’obbligo per i soggetti stranieri di aprire partita Iva in Italia, per poter fornire servizi online nel nostro Paese, è stata inoltre posticipata al 1 luglio 2014. La norma, introdotta nella legge di Stabilità, non è ancora entrata in vigore.

Vengono poi sospesi gli sfratti per le categorie disagiate fino al 30 giugno 2014. Palazzo Chigi precisa in un comunicato: "Nessuna proroga generalizzata degli sfratti, ma attenzione alle emergenze reali e alle situazioni disagiate". La sospensione per sei mesi dei "provvedimenti esecutivi di rilascio per finita locazione di immobili adibiti ad abitazione" è stata decisa "nei confronti di conduttori con un reddito annuo lordo familiare inferiore a 21 mila euro - continua la nota di Palazzo Chigi - residenti nei comuni capoluoghi di provincia, nei comuni limitrofi con oltre 10 mila abitanti e nei comuni ad alta tensione abitativa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enzo1944

    28 Dicembre 2013 - 18:06

    ....lettino jr.,non ti vergogni di continuare a fare il cameriere ed il badante del napoletano che sta al Colle??!....è ora che ti svegli e smetti di mandare "pizzini" ai tuoi amici massoni!

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    28 Dicembre 2013 - 15:03

    un chierichetto che dice Messa.

    Report

    Rispondi

  • giovannick

    28 Dicembre 2013 - 14:02

    Questo stato statalista vuole fare assistenza pubblica coi beni dei privati. Cioè armiamoci e partite, che a me mi vien da ridere. Ma i proprietari di una casa occupata senza percepire alcun canone da chi non può (o non vuole) pagare, l'IMU la paga lo stesso?. E le spese condominiali a chi fanno carico? Forza sinistri. Avanti così che forse un bello stato marxista -leninista siete ancora in tempo a rifarlo.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    28 Dicembre 2013 - 10:10

    Se si è appena varata una legge di stabilità, a cosa serve un decreto milleproroghe? Forse per far passare sotto silenzio le peggiori porcate senza fare tanto clamore?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog