Cerca

La classifica di pagellapolitica.it

Politici cialtroni, la panzana dell'anno l'ha detta Grillo, sul podio Berlusconi e Alemanno

Nel meglio delle boutade 2013 anche Renzi, Monti e Vendola. Quando si parla di economia e fisco, la supercazzola ha le gambe corte

Politici cialtroni, la panzana dell'anno l'ha detta Grillo, sul podio Berlusconi e Alemanno

La panzana più panzana del 2013 l'ha detta Beppe Grillo durante lo Tsunami Tour: "In vent'anni la Germania ha raddoppiato la produzione industriale - ha arringato a sostegno della decrescita felice -, ma i posti di lavoro sono diminuiti del 15 per cento". Falso: la produzione teutonica dal 1992 è aumentata del 20 per cento così come l'occupazione dell'8,9 per cento. Il secondo posto sul podio spetta a Gianni Alemanno che, ospite del salotto tv di Corrado Formigli e in corsa per la rielezione al Campidoglio, sostiene: "Il debito del comune di Roma è pari a zero". Falsissimo: tra residui passivi, debiti fuori bilancio e debito di finanziamento, il rosso dell'amministrazione capitolina di zeri ne ha sei. Ultimo gradino del podio riservato a Silvio Berlusconi: "Il governo Monti non c'entra niente con il calo dello spread: questo varia in base a questioni internazionali, non per le scelte dell'esecutivo". Non è affatto così. La classifica delle boutade dette dai politici nel corso dell'anno solare è stata stilata da pagellapolitica.it, testata online che si occupa di cercare riscontri alle dichiarazioni dei nostri rappresentanti nelle amministrazioni (operazione che nel mondo anglosassone si chiama fact-checking). Il meglio dell'anno solare che si è appena concluso vede primeggiare anche l'ex premier bocconiano Mario Monti, il capogruppo Forza Italia alla Camera Renato Brunetta, l'attuale sindaco di Roma Ignazio Marino, il governatore della regione Lombardia Roberto Maroni e quello della Puglia Nichi Vendola oltre che l'uomo del momento, il neosegretario Pd Matteo Renzi. Nell'oceano di chiacchiere che costituisce il nostro dibattito pubblico, i politici nostrani scivolano sulle questioni economiche, fiscali e più in generale scientifiche. Quando ci sono discorsi da infarcire di numeri, insomma, la supercazzola è sempre dietro l'angolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    03 Gennaio 2014 - 23:11

    E si pretende che sia presentabile un condannato per aver lasciato che lo Stato si prenda dagli altri quello che lui deve e a non assolve ?

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Gennaio 2014 - 19:07

    Urbi et Orbi rex dixit

    Report

    Rispondi

  • blu521

    03 Gennaio 2014 - 18:06

    Arwen, che razza di domande!

    Report

    Rispondi

  • arwen

    03 Gennaio 2014 - 16:04

    Lo smachiatore di leopardi? E no, xchè sembra sputato sputato il programma del PD.Ma nn sarà che sono tutti dei gran conta panzane? Intanto mentre giocate ai giustizieri moralisti e date lezioncine di etica non richieste e, soprattutto inutili, dissertando sulla impresentabilità suprema di Berlusconik, la sx, zitta zitta, ve/ce lo mette sotto la coda. Porta programmi di 300 pagine, buoni per il caminetto, ci espone al ridicolo (ricordate l'ultimo governo Prodi?)promette di abolire le leggi del despota, ma se ne guarda bene, promette le libertà civili, che sa di non poter garantire e tra scandali, sniffatine di coca, trans, banche comprate e vendute, affaristi privi di scrupolo con la tessera n. 1, presidenti di provincia che si fanno assolvere con le leggi del cattivone,fondazioni bancarie (assolutamente escluse dal pagamento IMU), aiutini di stato, 4 miliardi e non sappiamo ancora perchè, noi siamo qui a giudicare chi la spara più grossa! Ma siamo ridicoli? Sono tutti uguali, sveglia!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog