Cerca

Ride solo il Cav

Sondaggi, centrodestra avanti di 3 punti.
Letta e Renzi flop

Nel sondaggio Tecnè, la coalizione guidata da FI al 36,7% contro il 33,5 della sinistra. Il Pd guadagna solo lo 0,3%, a picco il gradimento del premier

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi visto da Benny

Meno di un italiano su tre ha fiducia nell'operato del governo guidato da Enrico Letta. Lo dice l'ultimo sondaggio realizzato da Tecnè per Tgcom24, dal quale risulta che il premier e la sua squadra hanno il gradimento del 32% degli intervistati. Una "frana" di consensi che le recentissime polemiche sulla Tasi e lo scontro Carrozza-Saccomanni sui 150 euro da togliere agli insegnanti, non potranno che aggravare. E che, se appaiata al calo del Movimento 5 stelle, passato dal 21,2% dello scorso 18 dicembre all'attuale 20,6, appare come una rivincita della politica su anti-politica e tecnici. Sia il centrodestra che il centrosinistra vedono crescere i loro consensi, con la coalizione (Forza Italia, Ncd, Lega, Fratelli d'Italia) guidata da Silvio Berlusconi che si issa al 36,7% rispetto al 36,1 di metà dicembre, mentre il centrosinistra passa dal 32,7 al 33,5%. Una crescita che però è poco da imputarsi a un effetto-Renzi, se è vero che il Partito democratico, nei dati di Tecnè, guadagna dal 18 dicembre (otto giorni dopo l'investitura del Rottamatore a segretario democratico) a oggi appena lo 0,3% e il resto della crescita del centrosinistra è merito di Sinistra e libertà.

Quella del gradimento a picco di Letta e compagnia sembra comunque essere l'unica "vera verità" espressa dai sondaggi nelle ultime settimane, mentre tra centrodestra e centrosinistra il dato più verosimile resta quello di un testa a testa che vede di volta in volta, a seconda anche degli artefici del sondaggio, avanti l'una o l'altra coalizione. Martedì sera a Ballarò, Piepoli aveva presentato una consultazione Ipsos secondo la quale il centrosistra sarebbe avanti di un punto rispetto al centrodestra.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    12 Gennaio 2014 - 18:06

    FI 21,0; NCD 3,7; Lega 4,7; FdI 2,5; la destra 0,9 Totale 33,7 PD 33,9; SEL 3,8; altri 1,1 Totale 38,8. Se a questi si uniscono Udc 1,4 e SC 2,0 che non votano Burlesque, si arriva a 41,2

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    12 Gennaio 2014 - 11:11

    L'ENI ti sarà grata. Oleum petrae docet. Il petrolio insegna ma sporca di nero

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    10 Gennaio 2014 - 19:07

    Il Manzoni, in una celebre ode, così esprime l'ansia di un evento (sperato). ''Così vinciamo''.. se l'evento si verifica, vincono: FI, Lega, Forza Nuova, Storace, liste locali aggregate, NCD redivivo. Mi sembra l'armata Brancaleone che pretenderà soldi, potere e digestione di magagne. Bananas, ormai siete ridotti a sperare che ciò non avvenga. Intanto Silvio dovrebbe passare attraverso altre sentenze.

    Report

    Rispondi

  • nero48

    10 Gennaio 2014 - 18:06

    Un governo che continua nel massacro del reddito degli onesti e delle proprietà non può durare all'infinito; solo che fossimo in un paese civile ci sarebbe già stata una sollevazione generale.I sinistri perdono voti perché non sanno amministrare in un regime non comunista e Alfano stia attento a reggere il bordone a questi delinquenti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog