Cerca

La reazione

Piemonte, Cota: "Resto io il governatore, faremo ricorso contro il Tar"

Il governatore leghista non ha preso bene il verdetto del Tribunale Amministrativo che ha invalidato le elezioni del 2010: "Senza giudici la sinistra non vince"

Roberto Cota, governatore del Piemonte

"Questa sentenza è una vergogna". Roberto Cota, il governatore del Piemonte commenta così il verdetto del Tar che ha annullato le elezioni regionali in Piemonte del 2010 accogliendo il ricorso della dem Mercedes Bresso. Cota è un fiume in piena e respinge ad alta voce il verdetto del Tribunale Amministrativo: "Questa sentenza è una vergogna. Da quando sono stato eletto sono stato oggetto di una persecuzione senza pari", ha affermato Cota. "Continuerò - ha aggiunto - a fare il Governatore. Faremo ricorso al Consiglio di   Stato contro questa vergognosa sentenza e io continuerò a fare il  governatore”. Poi Cota sposta il mirino sul Pd e su Mercedes Bresso: "Io sono oggetto di una persecuzione senza pari da parte della sinistra che usa sempre i solito metodi: non riuscendo a vincere le elezioni con il voto popolare usa l’arma giudiziaria". Insomma la battaglia è appena cominciata. E Cota farà di tutto per ribaltare il verdetto del Tar. A Cota risponde la Bresso che afferma: "Questa è una vittoria che dimostra quello che solo Cota e Giovine non avevano ancor capito: che le elezioni sono state truccate: Ora la giunta Cota non esiste più".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • milkoshka

    11 Gennaio 2014 - 15:03

    senza giudici la sinistra non vince, ma senza trucchi e firme false non vince la destra...

    Report

    Rispondi

  • osicran2

    10 Gennaio 2014 - 18:06

    Se fosse vero che le elezioni siano state truccate, non ci sarebbe nulla da eccepire sulla sentenza del TAR. Ma, poiché, purtroppo, in Italia non si può più essere sicuri di nulla, anche delle sentenze giudiziarie, non me la sento di prendere posizione né per Cota né per la Bresso. Staremo a vedere quali saranno gli sviluppi della vicenda. Certo è deprimente non potersi fidare di nessuno!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    10 Gennaio 2014 - 18:06

    Cota non é nuovo con le inchieste sul suoi conto... dovrebbe essere ormai abituato.Ottimo elemento: raddoppia il deficit, difende chi poi non é difendibile. Bravo, bene, bis. Cosa dirai al Consiglio di Stato? Non lo Stato ma la notte porta 'Consiglio'

    Report

    Rispondi

blog