Cerca

Il mosaico di Angelino

Ncd, Alfano nomina i coordinatori regionali

Il vicepremier ha quasi chiuso la partita per le poltrone dei coordinatori regionali. In Molise chiavi in mano del partito a Di Giacomo, il senatore che ha preso il posto di Silvio

Alfano a rischio

Angelino Alfano

Se il Cav lavora giorno e notte per ridisegnare gli assetti di Forza Italia, pure Angelino Alfano comincia a costruire l'organigramma del suo partito, Ncd. Il vicepremier, come racconta il Messaggero, avrebbe deciso i nomi dei coordinatori regionali e sta anche definendo i ruoli chiave a livello nazionale. Secondo alcune indiscrezioni ai piani alti di Ncd potrebbe entrare anche Giulio Tremonti. Tre dei sottosegretari dell'ex ministro dell’Economia -  Antonio Gentile, Alberto Giorgietti e Luigi Casero - sono uomini forti del partito di Alfano. Manca il quarto, Tremonti. L’adesione dell'ex titolare di via XX settembre viene giudicata nel novero delle possibilità dai vertici di Ncd.

Nuovi arrivi da FI? -  Alfano in questa fase cerca di rafforzare il partito e prova ad attrarre altri forzisti verso Ncd. I malumori interni a Forza Italia per la virata su Toti da parte del Cav potrebbe dare vita ad un'altra migrazione di azzurri verso Nuovo Centrodestra. La scelta di Giovanni Toti come super-big azzurro, con la colomba Confalonieri e la colombissima famiglia Berlusconi a dirigere la regia del nuovo corso spiazza falchi e pitonesse e qualcuno comincia a guardare verso Alfano. Ma per ora va detto la nuova "migrazione" è solo un'ipotesi. Intanto in vista della convention di Bari prevista per oggi e domani, Alfano completa il mosaico dei coordinatori regionali.

I coordinatori regionali - In Calabria c'è il senatore Gentile, uomo di mediazione e di radicamento territoriale, nel Lazio chiavi in mano a Fabrizio Cicchitto, più Sammarco e De Lillo. In Basilicata invece guiderà il partito Guido Viceconte e in Sicilia invece al timone vanno Dore Misuraca e Giuseppe Castiglione. In Piemonte, il capogruppo alla Camera, Enrico Costa. In Veneto, Giorgetti. In Puglia, Cassano più Ferrarese. In Emilia, l’ex socialista Stefano Pizzolante. Alessandro Colucci in Lombardia. Gioacchino Alfano in Campania. Nel Molise, Ulisse Di Giacomo, il senatore subentrato a Berlusconi. La responsabilità dei circoli su tutto il territorio nazional è affidata al governatore calabrese, Giuseppe Scopelliti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • monacosilvio43

    30 Aprile 2014 - 13:01

    Caro Alfano, ti sei indignato degli applausi delle Forze di Polizia, ma degli slogan del 25 Aprile "A morte i marò in India" non ti sei indignato. Già quelli lo gridavano i tuoi votanti e sostenitori dei NO TAV. Vergognati te e per quello che fai per bloccare gli extracomuitari e per quello che hai fatto a Berlusconi. Firmato:Monaco Silvio (Treviso)

    Report

    Rispondi

  • dinumby

    12 Gennaio 2014 - 12:12

    Spero che questi e quelli di FI abbiano famiglie numerose alle spalle,dopo i danni procurati ho la vaga sensazione che la loro possibilita' di successo sia direttamente proporzionale alla data di voto-

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    12 Gennaio 2014 - 09:09

    Brutta premessa dell'articolo. Sappiamo come lavorava la notte... e dormiva alle riunioni importanti per il Paese. Tremonti... il premio alla rovina causata all'Italia.

    Report

    Rispondi

  • aiachiaffa

    11 Gennaio 2014 - 20:08

    Un aggregazione di vomitevoli individui, tutti gli scarti dell'ex PDL... VERGOGNA COME I MAIALI CHE DOPO AVER MANGIATO,SPUTANO NEL PIATTO USATO...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog