Cerca

Consultazione online

Clandestinità, militanti 5 stelle votano sì ad abolizione del reato

Appena tre mesi fa Grillo in persona aveva detto che la questione non faceva parte del programma del Movimento. Ma oggi sul blog gli attivisti hanno votato contro il diktat del leader

Clandestinità, militanti 5 stelle votano sì ad abolizione del reato

Tre mesi fa, nel Movimento 5 stelle, scoppiò la grana clandestini. Accadde, infatti, che i due senatori grillini Andrea Cioffi e Maurizio Buccarella, complice una distrazione dell'allora Pdl, ottennero il via libera ad un emendamento che, di fatto, eliminerebbe il reato di immigrazione clandestina. Una scelta che mandò su tutte le furie i vertici del Movimento, Beppe Grillo in primis. Il quale, richiamando all'ordine i due "ribelli" sottolineò come l'abolizione del reato di clandestinità non rientri nel programma grillino. E che se vi fosse incluso, il Movimento non avrebbe certamente ottenuto il sorprendente risultato delle elezioni politiche del febbraio 2013. Come a dire: siete pazzi? Se votate per l'eliminazione del reato non ci voterà più nessuno. Era ottobre. A gennaio, tutto ribaltato: perchè oggi, sul blog del Movimento 5 Stelle, è apparso l'invito a votare a favore o contro l'abolizione del reato di clandestinità, sul quale domani voterà l'aula del Senato nell'ambito dei lavori sulle depenalizzazioni. La finestra concessa ai militanti per votare era tra le 10 e le 17 e a sorpresa la maggioranza si è espressa a favore dell'abolizione. Scelta che vincolerà domani quella dei senatori pentastellati nell'aula di Palazzo Madama. Resta il giallo: come mai si sia data la possibilità ai militanti 5 stelle su un punto sul quale gli stessi Grillo e Casaleggio avevano opposto una netta censura appena tre mesi fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cliober

    15 Gennaio 2014 - 15:03

    Nel movimento convivono troppe anime, alcune "assolutamente" incompatibili fra di loro e primo o dopo Grillo e... saranno costretti a chiarire l'enigma.

    Report

    Rispondi

  • cav.uff.

    14 Gennaio 2014 - 16:04

    che venga eliminato dalla Costituzione il "senza vincolo di mandato"

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    14 Gennaio 2014 - 13:01

    Quale pregiudicato?Anche Grillo è un pregiudicato,coglione.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    14 Gennaio 2014 - 13:01

    la ''democrazia dal basso'' ha bisogno di cultura popolare e di un pò di impegno.... Ma in italia non c'è cultura diffusa, non c'è cultura diffusa di Internet.... e c'è invece il loro contrario : La Pigrizia. I VOTI ai 5 stelle sono MILIONI, ma gli iscritti al blog cioè quelli che VOTANO sono poche decine di migliaia..... se i numeri degli isciritti e quelli del voto fossero simili, allora sì che ci sarebbe la vera democrazia dal basso !! è ancora presto forse, ma la via è quella giusta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog