Cerca

Nunzia all'attacco

Intercettazioni, De Girolamo: "Esposto al Garante della Privacy contro chi le fa e chi le pubblica"

Il caso dell'Asl di Benevento finirà in tribunale. Intanto il Pd prepara il trappolone: interrogazione alla Camera, vogliono il ministro in Aula

Intercettazioni, De Girolamo: "Esposto al Garante della Privacy contro chi le fa e chi le pubblica"

Assediata ma combattiva. Il ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo, coinvolta in un caso di intercettazioni per presunte pressioni sugli incarichi alla Asl di Benevento, ha annunciato di aver dato mandato ai suoi avvocati di predisporre un esposto "da inviare alla magistratura di Benevento e al Garante per la Protezione dei dati personali". La De Girolamo parla di "captazione illecita di conversazioni registrate abusivamente in un colloquio al quale partecipava la sottoscritta, allora deputato della Repubblica Italiana, nonché alla loro divulgazione attraverso i mezzi di informazione". Il primo quotidiano a dare notizia delle intercettazioni è stato il Fatto quotidiano. "Congiuntamente si chiederà di chiarire le responsabilità di tutti coloro che con atti e fatti gravemente lesivi della mia privacy hanno tentato di ledere la mia immagine e la mia onorabilità", ha spiegato ancora il ministro. Lo stesso Garante per la Privacy ha chiarito di seguire con attenzione la vicenda, mettendo in guardia la stampa a non limitarsi a un semplice "giornalismo di trascrizione che spesso finisce per violare gravemente la vita privata delle persone, in modo a volte irreparabile".

Il Pd la vuole in Aula - Nel frattempo, però, l'esponente del Nuovo Centrodestra dovrà difendersi politicamente dagli attacchi del Partito democratico (quello in cui milita suo marito, il deputato Francesco Boccia). In serata il Pd presenterà un'interrogazione parlamentare, firmata tra gli altri dai membri del partito della commissione Agricoltura, per chiedere chiarimenti sull'operato della De Girolamo. L'interrogazione verrà discussa venerdì. "Questo è il primo passo", sottolineano fonti del Pd, poi in un secondo momento si valuterà dopo aver ascoltato la De Girolamo in Aula se presentare o meno una mozione di sfiducia. "Vedremo, non vogliamo condannare nessuno ma vogliamo dei chiarimenti".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • forcone

    15 Gennaio 2014 - 12:12

    o pesce puzza da Capampania.....

    Report

    Rispondi

  • littlefrancisco

    14 Gennaio 2014 - 20:08

    Chi non ricorda quello spot pubblicitario con Massimo Lopez secondo cui una telefonata allunga la vita? Vorrei sbagliarmi,ma alla beneventana Nunzia questa telefonata la vita(politica,ovvio)gliela interrompe bruscamente.

    Report

    Rispondi

  • encol

    14 Gennaio 2014 - 20:08

    D'accordo che i Tribunali italiani hanno poca differenza con l'asilo, però che li porti a fare in tribunale? A passeggio? La scelta più intelligente è dedicarti alla "cura del focolare" la più furba è prendere la TESSERA, così sei salva, garantito.

    Report

    Rispondi

  • antari

    14 Gennaio 2014 - 19:07

    Porta anche la Forestale?

    Report

    Rispondi

blog