Cerca

Democratici verso la spaccatura

Cuperlo, i fan lo incitano: molla Renzi e fai un vero partito di sinistra

Il bersaniano molla la presidenza Pd e i no-Renzusconi lo incitano alla rottura contro il "dittatore" Renzi

Cuperlo, i fan lo incitano: molla Renzi e fai un vero partito di sinistra

Il Pd come partito unico è finito? Presto per dirlo. Ma le dimissioni  di Gianni Cuperlo dalla presidenza fanno intuire che il dissenso nei confronti della linea impostata da Matteo Renzi potrebbe sfociare in una rottura vera e propria. E con la capacità inaudita che ha la sinistra di farsi del male da sola, l'ipotesi di una scissione è da ritenersi possibile. Anche perchè la linea Cuperlo ha già i suoi tifosi, che sono poi quelli dell'odio per Silvio Berlusconi sempre e comunque.

Certo, il milione e 200mila elettori che negli ultimi quattro giorni, secondo il sondaggista Alessandro Amadori, il Pd avrebbe perso in seguito all'accordo tra Renzi e Berlusconi sulla legge elettorale appare una vera esagerazione. Ma basta guardare gli 850 e passa commenti postati in poche ore su Facebook sotto la lettera con cui Cuperlo si è dimesso per capire che gli eventuali transfughi dal Pd renziano possono già da ora contare su un bel gruppo di seguaci. E pure belli convinti: "Esca dal PD, porti con se' CIVATI e la sinistra vera sara' con voi!"; "La classe non è acqua, sono con te Gianni Cuperlo"; "Ma come si puo' dare credito ad uno come Renzi....è Berlusconi giovane..."; " il pd.2 di renzi è una dittatura"; "SCISSIONE SUBITO!"; "Cuperlo perfavore, tu e gli altri 4 o 5 di sinistra rimasti nel PD, uscite e fondate un vero partito di Sinistra..........Molta base è con te!"; complimenti! un uomo di coerenza.  E ora scissione! Che la sinistra PD si fonda con SEL per dar vita ad un vero partito di sinistra!"; "Grande Gianni !!! ti sosterremo sempre"; "Se pensano di gestire così il partito... se lo possono tenere!"; "bravo!!!!e ora SCISSIONE!". Il tono della stragrande maggioranza degli interventi è questo. E pochi sono quelli che invece bacchettano Cuperlo, "reo" di non essere stato a quelle regole del gioco impostate l'8 dicembre scorso con le primarie.

Berlusconi sta alla finestra. Come piacerebbe dire ai sinistri, il "Caimano" ha già le fauci spalancate.Se il Pd dovesse scindersi (coi 5 stelle ormai destinati all'irrilevanza) una vittoria alle prossime politiche non gliela toglie nessuno. E a finir rottamato sarebbe il Rottamatore. Ma forse è proprio questo che la solita sinistra-Tafazzi ha sempre sognato...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    22 Gennaio 2014 - 14:02

    Ma sino allì'arrivo di Renzi era una sinistra di gente inutile attaccate alle poltrone con il vinavil ... adesso fanno anche i grossi tipo Cuperlo.... Faranno la fine che faranno quelli del Nuovo centro destra con una percentuale cosi' minima da chiedersi perche' abbiano fatto la stronzata di dividersi.

    Report

    Rispondi

  • PACCHE

    21 Gennaio 2014 - 19:07

    Se perde l'appoggio economico delle Coop rosse, Cuperlo farà la fine dei vari Ferrero, Di Liberto, Bertinotti, Mussi l'unto, Giordano, Er piacione Rutelli che hanno pensato bene di lasciare la casa madre e sono spariti. Renzi se garantirà alle suddette coop gli appalti degli enti pubblici, mette un'ipoteca sul suo futuro. Le coop hanno 1.200.000 dipendenti e novemilioni di soci, sono i voti del PD.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    21 Gennaio 2014 - 19:07

    misero tentativo di accomunare renzi a berlusconi, quando invece c'è solo la necessità di fatto di dover collaborare su poche indifferibili riforme. Berlusconi ha già dato prova di quel che sà fare, cioè NULLA, renzi invece è agli inizi e sono anche inizi Buoni !!!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    21 Gennaio 2014 - 19:07

    Ecco la prova se ancora ce ne fosse bisogno, che con questi sinistri duri e puri le riforme non si faranno mai e poi mai, povera gentucola con il cervello intasato di ideologia ed incapace di guardare oltre la siepe che delimita il loro panorama. E noi siamo condannati a stare al passo di questi deficienti che non capiscono una mazza se non quello che gli ripetono i loro capetti che pensano solo alla poltrona ben remunerata.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog