Cerca

Stop in Aula

Legge elettorale, primo problema per Renzi: "No al Salva-Lega"

La Commissione Affari costituzionali della Camera non trova l'accordo: Pd (a maggioranza bersaniana) contro il Carroccio, grana per l'Italicum

Legge elettorale, primo problema per Renzi: "No al Salva-Lega"

Matteo Renzi ha vinto la battaglia con Gianni Cuperlo, ma ora in Commissione Affari Costituzionali della Camera lo attende un vero e proprio Vietnam. Come anticipato da una sibillina Rosy Bindi, il percorso per l'approvazione della legge elettorale messa a punto con Silvio Berlusconi sarà lungo e accidentato. Un po' perché in commissione i renziani sono in minoranza, un po' perché le insidie si nascondono ovunque. Per esempio, la norma "salva Lega", osteggiata dal Pd e dai partiti piccolo ma "non territoriali", come il Carroccio, appunto. La norma è una "clausola di garanzia" per le "aggregazioni interregionali" ispirata a un comma del Porcellum: lo sbarramento del 5% per i partiti in coalizione avrebbe una deroga per quei movimenti in grado di superare il 10% in almeno tre regioni.

Salvini: "Non abbiamo bisogno di aiuti" - Respingendola, il deputato dem Francesco Sanna ha irriso i colleghi leghisti col gesto del marameo: "La Padania non esiste". E così la commissione ha sospeso i lavori, rinviando la discussione alla seduta serale. "Avviso ai dis-informatori di professione - ha replicato il segretario della Lega Matteo Salvini -. La Lega non ha bisogno di aiutini o leggi elettorali fatte su misura: il consenso lo chiediamo ai cittadini, alla luce del sole, non con accordi o accordini salva-Lega". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    23 Gennaio 2014 - 10:10

    I leghisti saranno di merda ma un cretino come lei bisogna cercarlo nelle fogne(rosse naturalmente).Una domanda:come fà ad essere così stupido? ce la devono avere messa proprio tutta!!!

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    22 Gennaio 2014 - 20:08

    ***Ma quale salva Lega! Non fateci ridere! E' scontato che se i sondaggi la danno al 4,5% è arci sicuro che supererà, a livello nazionale, almeno il 6,5%. Diciamo che sono le solite ammucchiate dei parassiti di korte che vogliono salvare isnistroidi repressi quali i nulli sciacquini traditori come i casini, fini, alfano, cicchitto, il vendola, mari o monti, e tutti i kompagnuzzi di merende. La Lega con Forza Italia è in una botte di ferro. In Lombardia con l'ottima gestione di Maroni come in Veneto con Zaia avrà minimo il 25%. Ve ne accorgerete, invidiosi! :) :)

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    22 Gennaio 2014 - 19:07

    In pubblico "La Lega non ha bisogno di aiutini o leggi elettorali fatte su misura: il consenso lo chiediamo ai cittadini, alla luce del sole, non con accordi o accordini salva-Lega". E poi come da vent'anni fanno accordi sottobanco con il nano di Arcore e in cambio gli salvano il culo. Leghisti di merda...

    Report

    Rispondi

  • antikomunista10

    22 Gennaio 2014 - 19:07

    SILVIO non abbandona mai chi gli è devoto e fedele, la Lega ci ha sempre sostenuto lealmente,e va rispettata perché rappresenta il nord produttivo (si chiami Padania o Pippo poco conta): IL NORD DEVE ESSERE RAPPRESENTATO IN PARLAMENTO. I sinistri non facciano gli idioti, hanno perso, hanno un partito allo sbando, ma dove vogliono andare? Opporsi ad una norma GIUSTA li affonderà definitivamente, Renzi è leale sa che quelle di FI è una richiesta sacrosanta, la sosterrà con forza e convinzione!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog