Cerca

Via agli emendamenti

Legge elettorale, c'è il testo: sì al premio, no al Salva-Lega. Firma anche Ncd

Scontri in Commissione Affari costituzionali, poi arriva il documento Pd-Forza Italia. Bocciata la norma pro-Carroccio

Legge elettorale, c'è il testo: sì al premio, no al Salva-Lega. Firma anche Ncd

C'è il premio di maggioranza del 18%, c'è lo stop alle candidature multiple, non c'è il "salva-Lega". Sono alcuni dei punti base del testo della nuova legge elettorale Renzi-Berlusconi, il cosiddetto Italicum, presentato dal presidente della commissione Affari costituzionali della Camera Francesco Paolo Sisto. Il documento è stato firmato, oltre che dagli esponenti del Partito democratico e di Forza Italia, anche da quelli del Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano. Non hanno firmato, invece, i montiani.




Il nodo "Salva-Lega" - Proprio Ncd era stata tra i principali contestatori della norma che avrebbe permesso ai partiti dal forte radicamento territoriale (con il 10% di voti in almeno tre regioni) di accedere in Parlamento anche senza superare lo sbarramento su base nazionale dell'8% (se da soli) e del 5% (se in coalizione). Norma mutuata dal Porcellum e etichettata come "Salva-Lega", appunto, che aveva sollevato i primi problemi in commissione. 

Cosa dice il testo - Dopo polemiche e rinvii, comunque, l'iter della legge ha ripreso il suo corso. L'impressione è che Renzi abbia convinto anche Alfano a viaggiare spedito. Il testo contiene due articoli: "Modifiche al sistema di elezione della Camera dei deputati" e il secondo sulle modifiche al Senato, presumibilmente "superato" in caso di riforma costituzionale del Titolo V e di Palazzo Madama. Previsto lo stop alle candidature multiple ("Nessun candidato può essere incluso in liste con il medesimo contrassegno o con diversi contrassegni in più di un collegio plurinominale") mentre "in ciascuna lista nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore al 50% con arrotondamento all'unità inferiore e nella successione interna delle liste nei collegi plurinominali non possono esservi più di due candidati consecutivi del medesimo genere". Confermato poi il premio di maggioranza del 18% a chi ottiene "almeno il 35% di voti validi del totale nazionale". In questo caso dunque chi vince otterrà in totale 340 seggi alla Camera. Se nessun partito arriva al 35%, ballottaggio tra i due migliori movimenti o coalizioni. Al via ora la discussione in commissione fino a venerdì sera, quando scade il termine per gli emendamenti, che verranno messi al voto lunedì e martedì. Mercoledì 29 si andrà in aula a Montecitorio con discussione e votazione entro il mese di febbraio. 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allerria

    23 Gennaio 2014 - 11:11

    il cosidetto "salva lega" non è passato altrimenti col cavolo che saremmo entrati in parlamento,con la proposta attuale non ci sono problemi,invece in parlamento non entreranno gli altoatesini nonostante il loro 45% di voti in loco,i valdostani e in più si sega la possibilità che si formino partiti autonomisti in altre regioni di frontiera come il friuli,la sicilia,la sardegna,con buona pace per la democrazia.ciaooooo

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    23 Gennaio 2014 - 10:10

    Un partito che e' secessionista e che non sa' guardare oltre al proprio uccello , non vale proprio la pena di essere salvato.

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    22 Gennaio 2014 - 21:09

    ***Ma quale salva Lega! Non fateci ridere! E' scontato che se i sondaggi la danno al 4,5% è arci sicuro che supererà, a livello nazionale, almeno il 6,5%. Diciamo che sono le solite ammucchiate dei parassiti di korte che vogliono salvare isnistroidi repressi quali i nulli sciacquini traditori come i casini, fini, alfano, cicchitto, il vendola, mari o monti, e tutti i kompagnuzzi di merende. La Lega con Forza Italia è in una botte di ferro. In Lombardia con l'ottima gestione di Maroni come in Veneto con Zaia avrà minimo il 25%. Ve ne accorgerete, invidiosi! :) :)

    Report

    Rispondi

blog