Cerca

Il titolo

Zanonato non toglie a Silvio
il titolo di Cavaliere

Flavio Zanonato

Flavio Zanonato

A margine delle grandi questioni ci sono temi minori, secondari. E tra questi c'è sicuramente la questione del titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana. Silvio Berlusconi lo è ancora perché finora nessun politico competente dopo la sentenza di condanna,  il ministro dello Sviluppo Flavio Zanonato in primis, si è preso la briga di occuparsi della questione.Dopo tutto, non è certamente una priorità in un momento in cui la sua poltrona traballa un giorno e l'altro pure come quella di molti altri ministri delle larghe intese. Ma chissà se il ministro lo avesse fatto, magari sarebbe sfuggito agli strali di una parte del Pd e della Governatrice del Friuli Debora Serrracchiani che proprio ieri, mercoledì 22 gennaio, ha chiesto le sue dimissioni per come ha gestito la questione Electrolux. "Nella gestione della crisi ha dimostrato di non avere l'equilibrio necessario per ricoprire il suo delicato incarico", ha detto la Serracchiani. Chissà se i suoi colleghi di partito sarebbero stati più clementi se il ministro avesse prontamente rimosso il titolo di Cav a Berlusconi...Si è certamente infutiato il Conte Pietro Marzotto, che il 19 agosto ha spedito una lettera alla sua associazione veneta della Federazione nazionale dei Cavalieri dei Lavoro, un'organizzazione privata che rappresenta tutti gli insigniti sollecitando i dirigenti ad assumere i provvedimento. Il Fatto quotidiano scrive che il conte di è autosospeso in segno di protesta e al quotidiano dice: "Credo di non avere fatto niente di eccezionale. L'associazione ha uno statuto, un codice etico e sono chiarissimi. Basta applicarli. Se perfino noi Cavalieri non rispettiamo le regole che ci siamo dati che esempio diamo, che credibilità ci resta?"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bobo43

    23 Gennaio 2014 - 16:04

    siete una massa di poveracci, la vostra è solo rabbia per non poter essere come Silvio. però essendo voi limitati, questo è

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    23 Gennaio 2014 - 15:03

    lui rimarrà un uomo di successo con una bella famiglia, mentre loro rimarranno una truppa di falliti che hanno fatto cassa favorendo agnelli e de benedetti. Due famiglie che non sembrano di certo baciate dalla fortuna... a prescindere quella finanziaria che indubbiamente hanno saputo come assiemarla...

    Report

    Rispondi

  • PETTIROSSO

    23 Gennaio 2014 - 14:02

    che sareste disposti anche a togliergli i nome e anche il cognome... siete impresentabili!!!

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    23 Gennaio 2014 - 13:01

    Silvio può andare fiero del suo titolo,gli fu assegnato quale fulgido esempio di imprenditore capace e lungimirante,esempio da seguire...questo prima che rompesse i coglioni a De Benedetti e volesse togliere i finanziamenti alla Fiat!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog