Cerca

L'avvertimento

Alfano a Letta: o il Pd ti sostiene o cade il governo

Il leader del Nuovo Centrodestra avverte l'alleato di governo: faremo un emendamento sulle preferenze

Angelino Alfano e Enrico Letta

 

Un contratto con le cose da fare. Un “patto” con il Pd per lavorare insieme ancora un anno, fino al 2015, prima di andare al voto. Lo propone il leader del Nuovo Centrodestra, Angelino Alfano dal palco di Teramo. Dice: “Ora presentiamo l’emendamento sulle preferenze, poi proporremo al Pd un contratto di governo per l’emergenza lavoro. E nel 2015 si potra’ andare a votare  è espressione del Pd, e se il Pd sostiene Letta il governo va avanti, in caso contrario no. Si riuniscano e decidano cosa fare, il paese non può pagare le liti interne al Pd”. Alfano poi parla di Grillo: “Cavalca la crisi, non la vuole risolvere, ma la cavalca perché vuole i voti”.

La legge elettorale -  In chiusura Alfano fa un altro passaggio sulla legge elettorale: “Vi faccio notare una cosa: da quando è nato il Ncd il centrodestra è tornato in vantaggio, con la legge elettorale cercano di soffocarci nella culla, ma non ci sono riusciti e non ci riusciranno”. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alejob

    27 Gennaio 2014 - 17:05

    Dio li fa poi li accoppia. Siete due CITRULLI, non avete la testa per governare un paese. Vi mancano le IDEE di come portare avanti questo peso che vi siete accollati. Volete stare sulla poltrona che sta in bilico per cadere, fate uno sforzo, non solo umano ma politico, se siete intelligenti, passate di più alla storia, se vi dimettete da uomini, che passare per essre dimessi da stronzi incapaci.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    27 Gennaio 2014 - 14:02

    Le minacce di Alfano assomigliano ai ruggiti del topo....di fogna. Se cade il Governo dove va Alfano? Lui ancora non si rende conto che è uno Zomie, un morto vivente. Ma perchè non va a sotterrarsi? Ci farebbe una più bella figura.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    27 Gennaio 2014 - 11:11

    Vi ricordate qualche mese fa, quando il "delfino" o meglio trota secondo enunciava a tutto spiano che il governo non poteva cadere per il bene del paese e degli Italiani tutti pena il baratro che era lì che ci aspettava; ebbene ora questo gran.. (f.d.m.) benefattore dell'Italia, grida al "contrordine compagni" se non si fa come vogliamo noi il governo cadrà, con buona pace del baratro e del bene dell'Italia a cui rivolge una sonora e laida pernacchia.

    Report

    Rispondi

  • trichi

    27 Gennaio 2014 - 11:11

    AH...SI.. FA CADERE IL GOVERNO...??? e il tanto strombazzato bene del paese....per restare al governo con letta ...ora non gli interssa più...??? miserabile.........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog