Cerca

Valzer delle poltrone

La De Girolamo si dimette: ecco chi prenderà il suo posto

La De Girolamo si dimette: ecco chi prenderà il suo posto

Da sinistra, Saccomanni, Letta e Giovannini

Dopo le dimissioni di Nunzia De Girolamo si libera una poltrona nel governo. E subito riparte il toto-nomi per la scrivania del ministero dell'Agricoltura. Letta, va detto, per trattenere la De Girolamo ha fatto ben poco. Nulla. E così il premier pare che voglia usare l'addio della De Girolamo per riaprire il valzer di poltrone e portare il suo governo verso un rimpasto. Ma dopo aver preso l'interim dell'Agricoltura, Letta pensa già al successore della De Girolamo. I nomi sul campo sono tanti, ma in realtà la scelta del successore è più difficile del pèrevisto. Con il cambio di guradia al Nazareno e l'arrivo di Matteo Renzi alla segreteria del Pd e soprattutto col patto sulle riforme siglato col Cav pare che le larghe intese benedette dal Colle e dallo stesso premier siano al capolinea. Così ogni mossa va fatta con cura: pena la caduta dell'esecutivo che è sempre più debole. Così Letta deve scegliere se aprire le porte del governo ai renziani oppure blindarle e piazzare al posto della De Girolamo una personalità fuori dalla crechia di Renzi.

Farinetti in corsa - A quanto pare Letta prova a tirare dentro l'anima renziana del Pd anche per dare un segnale di distensione al partito che è nel caos dopo il vertice Matteo-Silvio dello scorso 18 gennaio. Le ultime indiscrezioni, raccontate dal Fatto Quotidiano parlano di un Oscar Farinetti in pole position per il posto della De Girolamo. Lui renziano della prima ora e tessera numero uno del Pd della rottamazione da tempo sogna una poltrona. E' il guru di Renzi ed è stimatissimo da De Benedetti. Patron della catena Eataly è un imprenditore radical chic di sinistra che tanto piace ai renziani. Ma se Farinetti dovesse fallire la sua corsa a palazzo Chigi ecco che è pronta un'altra nomina.

Il renziano Carbone -  Quella di Ernesto Carbone. Prodiano della prima ora, poi renziano, secondo Affaritaliani.it Carbone sarebbe il successore della De Girolamo. Deputato del Pd eletto alle ultime Politiche è nato a Cosenza il 25 giugno 1974. Carbone si è laureato nel 1998 a Bologna in giurisprudenza e dal febbraio del 2002 è iscritto all'Ordine degli Avvocati. E' stato vice capo di gabinetto al dicastero delle Politiche Agricole ed è membro per l'unità della trasparenza dello stesso ministero.

Orfini vice Saccomanni - E' presidente e amministratore delegato della Sin spa ed è consigliere di amministrazione della Fondazione Big Bang. Carbone gode del sostegno delle principali associazioni di categoria. Matteo Orfini, deputato del Pd ed esponente della corrente dei cosiddetti “Giovani Turchi”, dovrebbe invece andare al ministero dell'Economia nel ruolo di vice di Saccomanni, occupando la poltrona del dimissionario Stefano Fassina. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ireago

    28 Gennaio 2014 - 12:12

    Si dimette? Crolla tutto, senza di lui. Poverini Alfano & C. Astro

    Report

    Rispondi

  • ireago

    28 Gennaio 2014 - 12:12

    Talento sprecato. Scherzi dell'ingordigia. Astro

    Report

    Rispondi

  • arwen

    27 Gennaio 2014 - 13:01

    E chi volete che arrivi? Un'altra mezza figura bisognosa di benefici e vitalizi....

    Report

    Rispondi

  • encol

    27 Gennaio 2014 - 13:01

    Massa di CAFONI, INCAPACI E FANNULLONI. Non si sono tolti nemmeno un centesimo dei loro indecenti emolumenti, privilegi, vitalizio, auto-blu,viaggi a go-go, mutui facilitati, bouvette, massaggi, parrucchiere, e via di seguito. FATE SCHIFO!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog