Cerca

Valori vs affari

I renziani a Letta: "Non andare a Sochi". Il premier: "Penso alle Olimpiadi di Roma 2024"

Appello di 5 senatori del Pd: "Bisogna boicottare l'inaugurazione, vengono prima i diritti gay". Enrico non ci sente: "Vado, dobbiamo far marciare la candidatura"

I renziani a Letta: "Non andare a Sochi". Il premier: "Penso alle Olimpiadi di Roma 2024"

"Crediamo moltissimo nella candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024", per questo "bisogna essere a Sochi per far marciare la candidatura". Enrico Letta risponde così alla richiesta di alcuni senatori renziani del Pd di non andare all'inaugurazione delle Olimpiadi invernali russe al via venerdì 7 febbraio. "I principali leader europei non andranno all'inaugurazione delle Olimpiadi di Sochi, incomprensibile che l'Italia partecipi al massimo livello - scrivono in una nota Isabella De Monte, Nadia Ginetti, Mario Morgoni, Claudio Moscardelli e Francesco Scalia -. Non si contrasta certo così la politica discriminatoria nei confronti di gay e minoranze perpetuata da Putin". Secondo i senatori democratici, Letta non dovrebbe presenziare all'inaugurazione dei Giochi, anche perché l'Italia sta per assumere la guida del semestre europeo. "Il rispetto dei diritti civili - ricordano - è una battaglia che riguarda le nostre stesse radici culturali, abbandonarla per ottenere l'appoggio russo alla candidatura di Roma nel 2024 è sbagliato". Ma Letta non ci sente e tira dritto. E anzi approfitta del viaggio in Qatar per tessere alleanze decisive anche per la sponsorizzazione della candidatura romana, come spiega lo stesso premier: "Il Qatar, che ospiterà i mondiali (di calcio nel 2022, ndr) avrà un ruolo importante".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    04 Febbraio 2014 - 07:07

    rinuncia all'ennesimo viaggio-vacanza. Questo ha scambiato il governo per la sua personale agenzia viaggi. Dell'ultimo viaggio abbiamo già ascoltato le BALLE raccontate agli Arabi ma ci mancano quelle che racconterà agli italiani circa i grandi "affari conclusi".

    Report

    Rispondi

  • roberto giuseppe sarzi

    04 Febbraio 2014 - 07:07

    La legge promulgata dal parlamento russo e voluta da Putin non è illiberale ma morale in quanto vieta di pubblicizzare le unioni omosessuali e pertanto di proteggerer i minori nella fase della loro crescita in cui certi modelli di comportamento potrebbero scandalizzarli e traumatizzarli, proprio come nel Vangelo quando Gesù proibisce di scandalizzare "i piccoli". Mi domando e dico cosa c'è di illuberale in questa norma? Semmai è una norma morale o vogliamo che i piccoli vengano corrotti da questa nuova moderna tribù indiana dei (nasi)( pardon!) "culi" forati? Per loro calza a pennello l'invettiva popolare "vaffa n...!" Caro LETTA non ti curar di lor ma guarda e passa!

    Report

    Rispondi

  • roberto giuseppe sarzi

    04 Febbraio 2014 - 06:06

    Ma, caro presidente, vada pure tranquillo a Sochi! Per fortuna i rapporti dell'Italia, anche grazie alla buona politica estera dei suoi predecessori (in primis di Berlusconi) non sono mai stati tanto buoni come adesso. Ci sono in ballo interessi molto concreti e importanti per l'Italia (gas,petrolio, materie prime e commerci). Non si lasci per questo influenzare da quei "pro-froci" tipo quell'immondo personaggio di Scalfarotto e soci. Guardi a quello che è successo in Francia e il 99% degli Italiani la pensa come loro. Fuori dalle aule dei "palazzi" romani la realtà è ben diversa come se l'immagina! Saluti e buon viaggio!

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    04 Febbraio 2014 - 01:01

    porta con te anche Vendola.

    Report

    Rispondi

blog