Cerca

La resa dei conti

M5s, Di Battista incontra la Boldrini: "Contro di noi un maxi-processo"

Il giovane deputato Cinque Stelle parla con la presidente a porte chiuse. Poi su facebook pubblica la conversazione: "Ci state perseguitando"

M5s, Di Battista incontra la Boldrini: "Contro di noi un maxi-processo"

Dopo il caos e la guerra tra i grillini e Laura Boldrini scatta l'ora delle sanzioni. Sono iniziate questa mattina le audizioni in ufficio di presidenza della Camera per valutare eventuali provvedimenti nei confronti dei deputati M5s per la bagarre avvenuta la settimana scorsa in aula dopo l'approvazione del decreto Imu-Bankitalia e le successive proteste del movimento 5 stelle nelle commissioni parlamentari. Audizioni che, provocatoriamente, i parlamentari grillini hanno definito "Maxi processo", come quello celevbrato negli anni 80 contro i principali boss della mafia. Sulla sua pagina Facebook, Alessandro Di Battista ha pubblicato il resoconto della sua audizione. Ecco cosa si sono detti, a porte chiuse, Di Battista e la Boldrini

Di Battista: innanzitutto le esprimo la massima solidarietà per l'episodio spregevole che l'ha vista coinvolta ieri (il proiettile in busta). Spero che lei crederà all'assoluta sincerità di queste mie parole.

Boldrini: la ringrazio.

Di Battista: per quel che concerne i fatti in questione, dopo averla ascoltata mentire al popolo italiano rispetto all'Imu si attenga all'oggetto in questione.

Di Battista: mi lasci concludere. Dopo aver assistito a un indecente e incostituzionale abuso della decretazione di urgenza, dopo aver visto un questore della camera picchiare una mia collega, dopo aver assistito ad una votazione dittatoriale in commissione affari costituzionali, pur sforzandomi non riesco a intravedere alcuna autorità in questo pseudo tribunale che ci sta giudicando. Per cui fate quello che volete, francamente me ne infischio.

Boldrini: la ringrazio

Di Battista: arrivederci.

Insomma dal colloquio Boldrini-Di Battista pare che la tensione tra l'M5s e la presidente della Camera non accenna a spegnersi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    07 Febbraio 2014 - 11:11

    In perfetto stile di sx. Questo dimostra chiaramente che la sx non ha ancora ben chiaro, e forse non capairà mai, dove affondano le radici del M5S. Peraltro tutto questo fuoco mediatico scatenato, utilizzando anche la Tv di stato contro un partito dell'arco costituzionale, non ha ottenuto l'effetto voluto, anzi, chi ci ha fatto una pessima figura è l'onorevole presidente della camera, apparsa decisamente inadeguata a ricoprire un incarico di così alta rilevanza e non perchè donna, ma perchè incapace. Nilde Iotti, in un'epoca in cui la lotta politica era ancor più violenta di oggi, fu una figura di garanzia di alto profilo istituzionale e a nessuno sarebbe venuto inmente di sfancularla. Signora boldrini si arrenda, ognuno raccoglie ciò che semina.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    06 Febbraio 2014 - 19:07

    Senza se e senza ma. Allora togli anche l'accento a se

    Report

    Rispondi

  • sotnaile38

    06 Febbraio 2014 - 18:06

    Questo ragazzo non le manda a dire e guadagna punti giorno dopo giorno. Mentre, metteva ko la Bignardi, ha anche detto nell'intervista che i deputati del centrodestra e Lega sono più preparati di quelli del PD, dando un parere obiettivo rispetto a quello delle televisioni e giornali dove i piddini sembrano giganti della politica, mentre gli altri degli sprovveduti.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    06 Febbraio 2014 - 17:05

    boldrini ? boldrini ...chi ?

    Report

    Rispondi

blog