Cerca

Alto tradimento

Belpietro: "Napolitano se ne deve andare"

Belpietro: "Napolitano se ne deve andare"

"Giorgio Napolitano non deve lasciare il Quirinale perchè lo vogliono i grillini, ma perchè ha tradito la fiducia degli italiani". Nel videoeditoriale su Liberotv, il direttore Maurizio Belpietro fa il punto sullo scandalo scoppiato a seguito dell'articolo di Alin Friedman sul Corriere della sera, nel quale si rivela come il capo dello Stato avesse contattato l'allora rettore della Bocconi Mario Monti per offrirgli il posto di Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi. Ma lo fece non nel novembre 2011, con la crisi economica al suo apice e lo spread alle Stelle. Lo fece, invece, quattro mesi prima, nell'estate di quell'anno. Mario Monti, che ha confermato la veridicità di quanto riferito da Friedman, si consultò con Romano prodi, fondatore dell'Ulivo, e con Carlo De Benedetti, editore di Repubblica. I quali gli dissero che sì, doveva accettareGli italiani vennero tenuti all'oscuro di tutto, mentre quello che avrebbe dovuto essere il loro garante tramava per il cambio ai vertivi di Palazzo Chigi. "Per questo, Napolitano se ne deve andare. Non consultò le forze politiche, ma si sostituiì a loro e agli italiani che le forze politiche rappresentano. In questo senso, Napolitano ha tradito la Costituzione, ha lavorato contro la Costituzione per garantire soltanto la sua rielezione" spiega Belpietro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mariaester

    13 Febbraio 2014 - 09:09

    si è mossa al gran completo. Tanto il vostro presidente della repubblica è indifendibile! Interessante l'intervista a De Benedetti , ma che c'entrano poi i consigli di De Benedetti,svizzero-italiano,a Monti in merito all'incarico a palazzo Chigi , quando ancora il presidente del Consiglio eletto era in carica ?

    Report

    Rispondi

  • scorpione2

    11 Febbraio 2014 - 13:01

    trovo piu'grave la compravendita di senatori,che l'eventuale inciuccio del presidente napolitano.perche' il beltommy non invitava maoberlusca alle dimissioni per la compravendita di carne umana? e poi per dirla papale papale il nano stava sul cazzo a mezzo mondo,non per la sua capacita' di governare ma al contrario per ignoranza in materia politica,ha sempre pensato ai suoi affari e non quello del paese,in pratica e' stato cacciato non da napolitano,ma dagli altri capi di governo,un presidente del consiglio non puo' fare affari privati con dittatori e poi sappiamo che fine hanno fatto.un presidente del consiglio non puo' fare il baciamani a un dittatore in segno di sottomissione.

    Report

    Rispondi

  • rek79

    11 Febbraio 2014 - 13:01

    I commenti possono essere di parte, oppure no, ma almeno il giornalista dovrebbe ricordare i fatti come sono andati: Berlusconi a novembre 2011 salì al Quirinale e si dimise. Nessuno lo obbligò ed il Presidente della repubblica non ha il potere di farlo. Non chiedo di leggere la Costituzione (art. 94 "Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere" NON DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA), ma almeno non vengano mistificati i fatti!!!

    Report

    Rispondi

  • bellanto

    11 Febbraio 2014 - 13:01

    con tacco 12 per arrivare al metro e50,con botulino all'occorrenza.Quindi se hai da fare rimproveri mena "il maiale" tuo e impara a memorizzare le notizie di solo un anno fa dato che napolitano (minuscolo) aveva rifiutato di farsi un altro mandato ma "moralmente obbligato dal piu' grande bluff degli ultimi 150 anni.Ti consiglio di imparare a memoria le notizie potrebbe darsi che fra un centinaio d'anni...non non vale la pena...lascia perdere..non è per te.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog