Cerca

Regione in panne

Respinto il ricorso di Cota. Il Piemonte torna al voto

Il Consiglio di Stato nega la sospensiva della sentenza del Tar. Nulle le elezioni 2010

Respinto il ricorso di Cota. Il Piemonte torna al voto

Le elezioni regionali del 2010 in Piemonte vinte dal governatore Roberto Cota sono da annullare. Lo ha confermato la quinta sezione del Consiglio di Stato, presieduta da Luigi Maruotti, che ha respinto il ricorso presentato da Roberto Cota con il quale chiedeva la sospensiva dell’ordinanza del Tar del Piemonte che ha annullato le elezioni regionali del 2010 (vinte dallo stesso Cota sulla candidata del Pd mercedes Bresso). "Il Consiglio di Stato - si legge nell’ordinanza - previa riunione degli appelli respinge le istanze cautelari e mantiene ferma l’esecutività della sentenza appellata. Si riserva di depositare la sentenza di definizione dell’intera controversia ai sensi dell’art. 60 del codice del processo amministrativo. La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    12 Febbraio 2014 - 17:05

    Sei un mantenuto statale, vero? Tanto odio può nascere solo dai parassiti che non fanno un beato nulla ma mangiano per dieci.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    12 Febbraio 2014 - 15:03

    Chiedo umilmente scusa!! Ho travisato le sue parole! L'ho creduta di sinistra e ho scritto di getto. Mi perdoni, ho capito solo rileggendola che lei stava rispondendo al trota, un povero mentecatto che non sa dire altro che idiozie e che si guadagna il misero pane rosso pieno di odio scrivendo qui le sue inutili parole.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    12 Febbraio 2014 - 15:03

    A parte le firme false per la presentazione della lista "pensionati per Cota", che parallelamente i compagni hanno fatto anche per le liste di sinistra della bresso e non solo, sembra fosse una prassi in uso dappertutto, ma in fin dei conti i voti la Lega li ha avuti e su quelli non si discute, poi se vogliamo parlare di un problema di burocrazia spinto al limite.. allora che vinca la burocrazia invece di Cota.

    Report

    Rispondi

  • valerio5

    12 Febbraio 2014 - 13:01

    voleva che il tar facesse una semplice sottrazione, ma la legalità il rispetto delle regole per voi di cdx ve so proprio indigeste. a quelli che gridavano roma ladrona, io gli vorrei sputà in faccia, all'integerrimo, si fa per dire cota, gli darei l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, e lo rispedirei subito da dove è venuto, e spero che il vitalizio che ha maturato in regione e in parlamento gli sia confiscato e destinato a che nella regione piemonte ne ha più bisogno.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog