Cerca

Il colloquio

La telefonata tra Renzi e Berlusconi prima di far fuori Letta

Matteo Renzi e Silvio Berlusconi

Renzi e Berlusconi

Matteo Renzi e Silvio Berlusconi tornano a sentirsi. E lo fanno proprio qualche ora prima che il sindaco decida di far saltare il banco di palazzo Chigi. Il retroscena lo racconta il Corriere della Sera. E' domenica sera e Matteo chiama Arcore per parlare col Cav. Berlusconi quando squilla il telefono non immagina che all'altro capo del telefono ci sia Matteo Renzi.

La telefonata - Il ledaer del Pd non usa giri di parole quando spiega al Cavaliere l'intenzione di sostituirsi a Letta, di voler andare avanti sul terreno delle riforme insieme a Forza Italia, ma di non puntare a una maggioranza di larghe intese. Poi Renzi parla direttamente con Silvio della strategia da attuare quando arriverà a palazzo Chigi. Il rottamatore infatti ha chiesto al Cav un'opposizione non pregiudiziale in cambio di scelte non aggressive. Il Cav dopo averlo ascoltato gli ha augurato buona fortuna per l'avventura di governo ma ai suoi commensali a cui ha raccontato della telafonata avrebbe confidato: "Si logorerà al governo, ma se rimanesse fuori lo logorerebbero ugualmente".

La strategia - Poi Silvio ha detto ai suoi quello che si aspetta da Renzi: una riforma della giustizia, qualcosa sul fronte delle comunicazioni, e le riforme. Poi il Cav ha dettato la linea al partito: "L'opposizione deve essere fatta senza sconti. Ma anche senza barricate". Infine dopo la telefonata col rottamatore, il Cav ha parlato anche di Alfano: "Sono sicuro non farà da spalla a Renzi senza patti chiari". Insomma Matteo comincia a bombardare Letta. Mentre il Cav da fuori si gode il logoramento del Pd, di Matteo e di Letta. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    14 Febbraio 2014 - 12:12

    Tu non sai leggere, sentire , vedere, IO ti dico cosa dicono, cosa si vede, i misteri, ecc.. Smettiamola con gli ''ecco'': ne leggo ogni giorno. E si finirà per non guardarli più. Ecco, invece, cosa diceva Libero ''Il PD vuole far fuori Letta''. Ma non diceva che Silvio l'avrebbe aiutato...o che se l'auspicava per barattare il suo status Berlusconi in vent'anni ha solo voluto una riforma (mai attuata da lui): la Giustizia per essere sempre e comunque 'illibato'. E per gli altri? ''chi se ne frega'

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    13 Febbraio 2014 - 17:05

    Alla tua domanda "Perché, quando si parla di riforma della Giustizia si tirano in ballo sempre le vicende processuali di Berlusconi?" la risposta è che tutte le modifiche apportate dai governi Berlusconi in materia giuridica hanno riguardato solo ambitii che riguardavano i suoi processi. Processi andati in frantumi per prescrizioni improvvise, reati fulmineamente depenalizzati, uno su tutti, clamoroso, il falso in bilancio, in totale controtendenza con le norme in vigore nella totalità delle democrazie occidentali. Ricordati che quest'uomo (si fa per dire) è stato capace di far votare a due terzi del Parlamento una mozione che certificava che Ruby era la nipote di Mubarak. E lui da bravo statista la consegna di notte a una prostituta brasiliana. E so anche che noi sinistri ripetiamo le stesse cose. Ma sai, il motivo è che voi bananas pensate che lui è in politica per il vostro bene, lo statista che a L'aquila sulle macerie del terremoto, chiese a una donna "la posso palpare?"...

    Report

    Rispondi

  • osicran2

    13 Febbraio 2014 - 15:03

    A commento di "feltroni": Una semplice domanda: "Ma la Giustizia, in Italia, funziona?..Non necessita di riforme radicali?... Perché, quando si parla di riforma della Giustizia si tirano in ballo sempre le vicende processuali di Berlusconi?.. Non è forse vero che con l'alibi di cui sopra le riforme vengono continuamente rinviate alle calende greche?"

    Report

    Rispondi

  • blu521

    13 Febbraio 2014 - 15:03

    E Renzi ha chiesto: "Quanto metti nel piatto?"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog