Cerca

La mossa

Governo, l'ultima offerta di Renzi a Letta: prendi il ministero dell'Economia

Enrico Letta e Matteo Renzi

Enrico Letta e Matteo Renzi

La voce arriva da Roma: Enrico Letta sarebbe pronto a dimettersi subito dopo la direzione del Pd. Il premier sarebbe sull'orlo della resa. Da Matteo è arrivata l'ultima offerta per Enrico: "Molla tutto e fai il ministro dell'Economia nel mio governo". Alla direzione del Pd, prevista per le 15 di oggi pomeriggio, l'attesissimo faccia a faccia tra il premier e il segretario Pd non ci sarà. "Preferisco aspettare a palazzo Chigi le determinazioni che verranno prese, in modo che tutti in direzione si sentano liberi di esprimere valutazioni e di esplicitare le decisioni che ritengono opportune" ha dichiarato Letta al termine dell'incontro con una delegazione del partito: Lorenzo Guerini, portavoce della segreteria, e i capigruppo Zanda e Speranza gli hanno chiesto un passo indietro. Se la rottura dovesse essere netta, ecco che lo scenario si fa inquietante.

Il timore maggiore dei cuperliani e della sinistra Pd è che il premier un minuto dopo aver lasciato il suo incarico possa fondare un partito di centro con Angelino Alfano. I veleni che vengono dal Nazareno ormai sono incontrollabili. "Vuole marcare definitivamente la distanza tra se stesso e il Pd per rimettere insieme una ‘cosa’ di centro, pronta anche al voto con questa legge elettorale proporzionale…. Matteo voleva bloccare il nuovo disegno democristiano – spiegano all'Huffpost ancora in Transatlantico i renziani – Ecco perché ha forzato la mano per portare definitivamente il Pd nel Pse…”. E su una fuga di Letta verso il centro arrivano pure le parole di Angelino Alfano che non assicura la sua fiducia ad un esecutivo guidato da Renzi: "Se il termine "eventuale" accostato al "governo Renzi sarà tolto nelle prossime ore, rifletteremo e ragioneremo, ma non diamo nulla per scontato". Un'altra bomba che rischia di far saltare completamente tutto. 

Rischio scissione -  Alcuni dem intravedono scenari in cui Letta potrebbe mettersi a capo di un nuovo partito. Fioroni ricorda che quando Prodi fu costretto alla staffetta con D'Alema, i prodiani diedero vita all'Asinello. Ernesto Carbone, renziano della prima ora, a bordo della cui Smart Renzi è andato a Palazzo Chigi all'incontro con il premier, attacca: "Il fatto che Letta ora parli di programma senza scadenze dimostra che il suo unico obiettivo è restare a Palazzo Chigi. Altro che i 18 mesi per fare le riforme: le riforme sono naufragate, a rivitalizzarle ci ha dovuto pensare il Pd". Insomma la guerra è iniziata e Letta potrebbe anche mollare partito e governo. Se Letta dovesse mollare il Pd per mano di Renzi e dovesse fuggire verso il centro difficilmente Renzi potrebbe fare un governo con la fiducia di Alfano. E lo stesso Angelino con una "parentela" con Letta metterebbe a rischio la solidità della coalizione di centrodetstra. Insomma se Angelino ed Enrico dovessero dare vita ad un nuovo centrino, il terremoto politico sarebbe senza precedenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tobyyy

    13 Febbraio 2014 - 16:04

    E sarebbero questi compagni i vostri rappresentanti....? Hanno mandato il Paese alla deriva, la gente soffre, i disoccupati proliferano, gli esasperati si suicidano, la povera gente è disperata e non sa più dove sbattere la testa e questi manigoldi comunisti, non solo manderanno in onda un costosissimo ed inopportuno festival di San Remo, condotto non da disoccupati e bisognosi, ma da due comunisti arricchiti, che di disoccupati e crisi se ne fregano altamente, mentre due altre facce di bronzo, sempre in barba agli esodati e tantissimi disperati, stanno litigando per la poltrona di primo ministro degli esasperati...! Immaginate voi, se quello che stanno facendo questi emeriti farabutti, l'avesse fatto Berlusconi cosa sarebbe accaduto....! Meditate gente meditate ed il peggio, è in agguato dietro all'angolo....!

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    13 Febbraio 2014 - 16:04

    Come mai non si è visto ancora un postato dei soliti manigoldi comunisti.... ? Qualcuno li ha visti ? Saranno annegati nel loro mare di merda puzzolente ? Probabilmente si e questo dimostra quanto siano falsi, ipocriti, ambigui, disonesti, bugiardi e inaffidabili....! A tutti quelli che in buona fede lo hanno fatto, pensate che gente avete votato....!

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    13 Febbraio 2014 - 16:04

    E sarebbero questi compagni i vostri rappresentanti....? Hanno mandato il Paese alla deriva, la gente soffre, i disoccupati proliferano, gli esasperati si suicidano, la povera gente è disperata e non sa più dove sbattere la testa e questi manigoldi comunisti, non solo manderanno in onda un costosissimo ed inopportuno festival di San Remo, condotto non da disoccupati e bisognosi, ma da due comunisti arricchiti, che di disoccupati e crisi se ne fregano altamente, mentre due altre facce di bronzo, sempre in barba agli esodati e tantissimi disperati, stanno litigando per la poltrona di primo ministro degli esasperati...! Immaginate voi, se quello che stanno facendo questi emeriti farabutti, l'avesse fatto Berlusconi cosa sarebbe accaduto....! Meditate gente meditate ed il peggio, è in agguato dietro all'angolo....!

    Report

    Rispondi

  • Guido Bezzi

    13 Febbraio 2014 - 15:03

    Mi chiedo se a sinistra si pongano finalmente la domanda: ma perchè non vinciamo mai ? E chissà cosa si rispondono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog