Cerca

L'opinione

Ferrara: "Serve un monumento di sbronzo per quel cazzone di Grillo"

L'Elefantino attacca il leader del Movimento Cinque Stelle: "Da quando è in politica non è cambiato nulla. Ora spero che torni a fare il comico..."

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

"Grazie Beppe, grazie di tutto". Giuliano Ferrara mette nel mirino il leader del Movimento Cinque Stelle. In un editoriale di fuoco su il Foglio, l'Elefantino spiega come lo sbarco in politica di Beppe non sia servito a nulla. "Bisogna fare un monumento a quel grandissimo cazzone di Beppe Grillo. Con il suo solo esistere turpiloquente, con la sua sciocca immobilità prepolitica casaleggiana, con il suo mostrarsi e nascondersi da uomo mascherato della democrazia, con le sue scelte e non scelte, quel magico pirla ha portato nell’ordine a tre magnifici risultati per noi della casta: la rielezione di Napolitano, la liquidazione del Pdmenoelle di Bersani, l’incoronazione e la destituzione di Letta, così, per una fase di trastullo funzionariale senza arte né parte, e infine – non senza il passaggio della celeberrima resurrezione di Berlusconi, che non era mai morto ma certo grazie a Grillo oggi se la spassa alla grande – alla nomina a premier di Matteo Renzi", afferma Ferrara. Poi l'Elefantino si scatena: "Forse adesso è la volta buona che un successo eurodemenziale del gran buffone può consentire a Renzi di fare una riforma elettorale che ce lo tolga dai maroni e una riduzione delle tasse che lo renda ridicolo". Infine l'affondo: "Spero che Renzi possa creare lavoro per quelli che a forza di precariato hanno cercato un impiego nel partito del vaffanculo". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fearofthedark

    fearofthedark

    19 Febbraio 2014 - 17:05

    La caduta accidentale di Berlusconi non sarebbe dovuta a Dudù ma, secondo quanto scive il sito di informazione politica Dagospia, i lividi sarebbero stati provocati da Francesca Pascale che avrebbe “intercettato” l’ex premier a telefono con l’ex olgettina Barbara Guerra. Quei lividi che il leader di Forza Italia aveva attribuito ad un inciampo nella pallina di Dudù sarebbero il segno delle “carezze” della Pascale.

    Report

    Rispondi

  • PROMECO

    19 Febbraio 2014 - 16:04

    e forse anche un piccolo cazzo ,e si sa che questa anomalia genera rancore verso il genere umano tutto. o forse la grande rassomiglianza con pietro l'aretino ,letterato,commediografo ,primo giornalista ,cicisbeo e ricattatore; un esempio di menefreghismo "sociale" che antepone i propri squallidi interessi a quelli di tutti, che vive nel lusso ,pagato dai nemici della repubblica.

    Report

    Rispondi

  • velena79

    19 Febbraio 2014 - 13:01

    Questo turpiloquio tu lo definisci giornalismo? Quanto ci costa il tuo "Foglio"? Ti ricordo che gli italiani sono intelligenti e a dir poco stanchi di voi lobbisti che siete stati a scornarvi e a mangiare insieme ai danni del Paese. Abbandona il campo, fai un favore agli italiani!

    Report

    Rispondi

  • fearofthedark

    fearofthedark

    18 Febbraio 2014 - 18:06

    mi sei diventato pescatore? magari mettici er bigattino tuo come esca tanto pe quello che ti serve oramai, come il tuo amico coannosterco er fusillone gaio nente nente pure tu mi sei femminiello a tua insaputa? il pirlone sei tu che posti minkiate, è inutile che arivolti la frittata te ciai er copyright della pirlaggine!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog