Cerca

Dopo Napolitano

Toto-Quirinale: Bersani in corsa per il Colle

Il Capo dello Stato è stato chiaro: "Dopo le riforme potrei lasciare". Con Renzi a tutto gas si avvicina il momento dell'addio per Re Giorgio. Ecco chi può sostituirlo

Pier Luigi Bersani

Bersani

Matteo Renzi ha ricevuto l'incarico per formare il nuovo governo da premier. Il count down per il terremoto politio che investirà palazzo Chigi e il Colle è cominciato. Matteo è stato chiaro: "Le riforme si faranno in tempi brevissimi". Il patto del Nazareno regge e con Silvio, Renzi potrà riformare la legge elettorale anche con l'appoggio di Forza Italia. Ma terminata la stagione delle riforme potrebbe aprirsi il valzer al Quirinale.

Toto-Quirinale -  Napolitano più di una volta su questo è stato abbastanza esplicito: "Il mio mandato non durerà a lungo, dopo le riforme io potrei lasciare". I nomi sul tavolo sono tanti. Quello più caldo è Romano Prodi. Mortadella con Renzi a palazzo Chigi potrebbe riprovare la scalata al Colle senza prendersi sulle spalle altri 101 colpi dai franchi tiratori. Ma messo da parte Prodi, spuntano altri nomi che potrebbero infuocare la corsa al Colle. In particolare due sono i nuovi protagonisti del toto-Colle: Giuliano Amato e soprattutto Pier Luigi Bersani. Il "Dottor Sottile" troverebbe di sicuro diversi ostacoli nel suo percorso verso il Quirinale. Troppo fresco il ricordo di quel suo prelievo forzoso sui conti correnti degli italiani. Per quanto riguarda l'ex segretario del Pd, come racconta Affaritaliani.it, dopo la malattia che lo ha colpito circa un mese fa, potrebbero arrivare anche i voti del Pd renziano. Bersani al Colle sarebbe una sorta di risarcimento alla sinistra democratica che adesso è minoranza al Nazareno. Ma di sicuro Matteo prima di dare semaforo verde all'operazione Bersani al Colle ci penserà bene. Con Pier Capo dello Stato al Qurinale il rottamatore non avrebbe di certo una sponda su cui contare. L'ultimo nome in corsa è quello di Pietro Grasso. Ma dopo la costituzione come parte civile del Senato nel processo di Napoli sulla compravendita di parlamentari, al numero uno di palazzo Madama mancheranno di certo i voti di Fozra Italia e del centrodestra. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • apostrofo

    16 Dicembre 2014 - 17:05

    Me mancava Bersani in corsa per il Quirinale. Un gran bel comunista ! Con lui facciamo bingo, chiudiamo l'Italia e sul portone ci mettiamo una bella falce & martello. Però dopo buttiamo la chiave al mare ...

    Report

    Rispondi

  • CesareTopoi

    22 Marzo 2014 - 02:02

    Cose da PAZZI davvero! L'Italia e' stata guidata negli ultimi 50 anni da presidenti della repubblica di sinistra e abbiamo tutti visto i risultati ottenuti. Uno per tutti, l'Uomo dal cilicio, l'ex democristiancomunista, ex magistrato calabro-pavese. Bersani, Prodi e similia aggiungerebbero al presente caos italiano il casino degli incapaci. Cesare

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    18 Febbraio 2014 - 11:11

    sono di destra ...non di centrodestra >( parola ambigua come centrosinistra) però concordo con Lei che Bersani e innanzitutto una brava e onesta persona , a cui auguro di rimettersi in piena forma...Renzi al suo confronto è un nano da giardino...

    Report

    Rispondi

  • GIORGIOPEIRE@GMAIL.COM

    GIORGIOPEIRE

    18 Febbraio 2014 - 08:08

    L'unica poltrona quella del suo salotto e che ci rimanga.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog