Cerca

La reazione

Renzi: mi spiace per i grillini, meritavano di più

Matteo Renzi

Renzi e Berlusconi

Pochi minuti dopo l'incontro con Beppe Grillo, per le consultazioni in vista della formazione del governo, Matteo Renzi affida a un tweet avvelenato il suo pensiero sull'esito dell'incontro: "Mi spiace tanto per chi ha votato 5Stelle. Meritate di più, amici. Ma vi prometto che cambieremo l'Italia, anche per voi #lavoltabuona". Poi, in conferenza stampa, nella sala Aldo Moro di Montecitorio Renzi si dice "veramente dispiaciuto per chi lo ha votato, ero abbastanza imbarazzato, capisco la difficoltà della prevendita e del calo di consenso...". Così il premier incaricato Matteo Renzi risponde ai giornalisti che gli chiedono un giudizio sull'incontro appena avuto con Beppe Grillo. "Milioni di italiani l’hanno votato, non accettava il dialogo dopo che i suoi gli hanno chiesto di venire a incontrarmi". Ora "mi auguro che in Parlamento ci sia la possibilità di prendere il buono dalle proposte dei 5 stelle, ma mi pare che stia succedendo qualcosa in quel movimento, dall’abbassare le mani a chi vota a oggi, che mi dispiace soprattutto per loro".  Il premier incaricato poi spiega che l'incontro con il Movimento Cinque Stelle ha concluso il giro di consultazioni con tutte le forze politiche dopo il conferimento dell’incarico. "E posso dire che dopo un giorno e mezzo tosto di dialoghi e approfondimenti, sono decisamente convinto che ci siano le condizioni per fare un ottimo lavoro". 

L'agenda - I punti economici del futuro Governo saranno al centro di un incontro tra il premier incaricato, Matteo Renzi, e il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco. La riunione è fissata per il primo pomeriggio. E’ presumibile che durante il faccia a faccia Renzi e Visco parlino del prossimo semestre di presidenza della Ue, degli margini offerti dall’Europa sui conti pubblici e dei nomi in corsa per ricoprire l’incarico di ministro dell’Economia. Renzi ha poi spiegato che questa sera andrà dal Capo dello Stato per riferire dell’andamento delle consultazioni e "domani mi prenderò 24 ore per redigere un documento programmatico". Renzi ha così tracciato l'agenda dei prossimi giornio: "Immagino di poter sciogliere la riserva nella giornata di sabato e chiedere ai presidenti del Senato prima e della Camera poi di recarmi in aula da lunedì della settimana prossima".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • donatello 22

    20 Febbraio 2014 - 11:11

    se questo emerito incapace (al pari di tutta la commissione ue autentica porcata e mai eletti dai popoli), verrà ripescato, alle prossime elezioni europee avremo un boom di no euro.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    20 Febbraio 2014 - 08:08

    Non sono mai stato "renziano", ma se coi suoi metodi discutibili riuscirà a fare almeno qualcuna delle riforme che servono e che ha promesso, ben venga anche il novello "principe". Abbiam visto dove ci ha portato la formalissima (e disgustosissima) gestione della democrazia italiana dell'ultimo cinquantennio...

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    19 Febbraio 2014 - 18:06

    Mio caro Renzi...noi tutti meritavamo di più dell'ennesimo imbroglione di partito quale sei....hai fatto il contrario di tutto quello che dicevi...non sei e non sarai mai il mio Premier ...nessuno ti ha ne votato e ne scelto...vergognati

    Report

    Rispondi

blog