Cerca

I primi problemi

Renzi, verso la fiducia al Senato

Matteo Renzi

Renzi e Berlusconi

"La ricreazione è finita", ha detto Matteo Renzi subito dopo il giuramento del suo governo. Oggi, lunedì 24 febbraio, c'è la prima grande prova per il nuovo governo. La fiducia al Senato. Il governo ha bisogno di 161 voti su 320 per garantirsi la sopravvivenza. Sulla carta Matteo può contare su 165 voti contro i 135 dell'opposizione. Il rischio franchi tiratori è stato scongiurato considerato che Pippo Civati ha detto che anche se a malincuore darà la fiducia a Renzi. In bilico c'erano anche i 12 voti dei  Popolari per l'Italia (cinque avevano già dichiarato che voteranno la fiducia), ma nelle ultime ore tutti si sono compattati sul sì. Incerti i voti di Gal. (otto senatori). Oggi  ci sarà la prima fiducia ed è chiaro che un sì risicato al di sotto dei 170 voti è un campanello d'allarme più ghiacciato della campanella che Letta ha consegnato a Renzi. All'interno del Pd c'è ormai una frattura con i civatiani e e anche Corradino Mineo parla di un nuovo gruppo di Centrosinistra da formare al Senato, un gruppo che raccolga i 7 senatori di Sel, i dissidenti grillini e gli ex grillini del Gruppo Misto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    24 Febbraio 2014 - 08:08

    più che l'onor potè la fame.

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    24 Febbraio 2014 - 08:08

    Renzi ha pochi motivi per star sereno. Ma non per i giochetti della politica, in cui si destreggia bene, con un po' d'ingenuità e un po' di frottole. Ha pochi motivi per star sereno perché, se si ricomincia la manfrina dei governicchi che dicono e non fanno, o fanno guai, gli Italiani, una volta tanto, anziché i forconi andranno a cercarsi un mitra... e se succederà, non ce ne sarà più per nessuno, di questi qui, compreso Renzi.

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    23 Febbraio 2014 - 21:09

    ipocrita non mangia ipocrita. il pd, che non c'è più, voterà compatto la fiducia al bugiardino globale. dopo la figura col presidente della repubblica, dopo quel che letta ha fatto a bersani, dopo quel che pinocchietto ha fatto a letta, dopo le balle della legge elettorale che la faccio domani e poi la faccio quando vuole angelino cosa volete che accada domani. un pd senza dignità, incluso il civati che si straccia le vesti dal dolore, una serie di partiti e gruppi moribondi pagati con un posto al ministero voteranno la fiducia ancora una volta per il bene dell'italia. una italia che non riesce a sbarazzarsi di queste pratiche ignobili. grazie tante pd, senza dignità, renzi traditore, alfini traditore, civati traditore di se stesso, mauro traditore di scelta civica, casini , ormai questo si conosce. proprio tutta gente di cui andare fieri.

    Report

    Rispondi

  • Romano_1939

    23 Febbraio 2014 - 18:06

    Leggo dalle testate giornalistiche chenin arrivo ci sono altre tasse. Quanto sopra poteva anche andar bene se quesa specie di governo che sta per mascere e mi auguro di tutto quore che domani al senato non gli diano la fiducia, fosse stato eletto democraticamente. Invece no / governo ancora una volta nominato ed ancora tasse Renzi bugiardo 1 Letta stai tranquillo e dopo tre giorni lo ha cacciato con la complicità di........ 2 non ci saranno tasse invece tasse in arrivo ecc ecc Questa specie di messa in scena, non deve avere la fiducia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog