Cerca

Immigrazione

Con Renzi basta andare a scuola per diventare italiani

Con Renzi basta andare a scuola per diventare italiani

La Kyenge non c'è più. E nel governo Renzi non v'è neppure più il ministero all'Integrazione. Saggiamente, il neopremier deve aver voluto evitare le polemiche che nei nove mesi di governo Letta hanno circondato la prima ministra di colore della storia della Repubblica e il suo operato. Ma quelli che la Lega definirebbe "i germi" seminati dalla ministra italo-congolese paiono aver attecchito a Palazzo Chigi. Anche in sua assenza. Tra i dieci punti programmatici del Rottamatore vi è infatti il principio dello ius soli. Non bastasse, Renzi va pensando a come dare la cittadinanza a quei ragazzi che , figli di immigrati, in Italia non ci sono neppure nati. L'idea che va frullando nella testa del premier è possa bastare, per avere la cittadinanza italiana, anche solo un ciclo di studi scolastico. Un'idea che per la verità era stata abbozzata dalla stessa Kyenge, la quale però aveva preferito non insistere sul tasto. Vogliamo "dare la possibilità a una ragazzina straniera che in quinta elementare si trova accanto a una compagna di scuola italiana di essere considerata italiana pure lei. L'identità è la base dell'integrazione, un Paese che non si integra non ha futuro", ha detto Renzi nel corso del suo discorso per ottenere la fiducia in Senato. La Lega ha un nuovo nemico a Palazzo Chigi. E stavolta non arriva dall'Africa.

Guarda Renzi che al Senato parla di ius soli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gianna1

    28 Marzo 2014 - 00:12

    A me sembra di ricordare che lo jus soli sia stato proposto, prima ancora che con l'arrivo della Kyenge, da Napolitano e raccolto da Renzi. Questa di un ciclo scolastico è assurda, ma forse per Renzi, che non ha studiato tanto, vale anche la scuola materna dove gli immigrati non pagano mai la retta.

    Report

    Rispondi

  • corindia

    26 Febbraio 2014 - 19:07

    A sostegno di quanto detto con la sua inarrestabile e lungimirante oratoria sia al Senato che alla Camera ecco che Renzi si e' presentato proprio in quella scuola di Treviso che ospita una varieta' cosi' detta "multietnica" di alunni, proprio per ribadire quel suo concetto francamente inconcepibile secondo cui non serve altro che frequentare un ciclo di studi per essere considerato cittadino italiano.....Siamo proprio all'assurdo, c'e' da augurarsi soltanto che una simile proposta trovi il giusto rifiuto nel parlamento da parte di quei rappresentanti che ancora hanno a cuore il destino di chi in Italia ci vive da generazioni...

    Report

    Rispondi

  • dulbecco2

    26 Febbraio 2014 - 18:06

    vi prego levatela di torno questa incompetente peraltro arrogante e presuntuosa

    Report

    Rispondi

  • ellemanga

    26 Febbraio 2014 - 15:03

    La cittadinanza con l'interazione non c'e'ntra un bel niente.. La cittadinanza non si puo' regalare a chicchessia. Renzi e' stupido. E la stupidita' e' pericolosa. E' anche tanto presuntuoso da non ascoltare gli Italiani (che peraltro non rappresenta) e non guarda nemmeno cosa fanno i paesi seri in materia di immigrazione. L'ho detto e lo ripeto: siamo caduti dalla padella nella brave.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog