Cerca

Napolitano sulle stragi

"Non è tutto limpido"

Napolitano sulle stragi
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano oggi è a Milano per incontrare i familiari delle vittime di piazza Fontana. Durante l'incontro, il capo dello Stato ha dichiarato: «Nelle stragi italiani non tutto è chiaro e limpido» e poi ha proseguito: «Ammiro il vostro impegno, la vostra tenacia in questi 40 anni, la passione civile, l'impegno che mostrate per alimentare la memoria collettiva e la riflessione, due cose alle quali l'Italia e la coscienza nazionale non possono abdicare - ha detto il presidente -. Quello che avete vissuto voi mi auguro diventi parte della coscienza nazionale. Ho già detto che comprendo il peso che la verità negata rappresenta per ciascuno di voi, un peso che lo Stato italiano porta su di sé».

«La riflessione - ha aggiunto il capo dello Stato - è necessaria perché ciò che è avvenuto nella nostra società non è del tutto chiaro e limpido e non è del tutto stato maturato. Continuate a operare per recuperare ogni elemento di verità, io vi sarò sempre vicino e vi rinnovo solidarietà e ammirazione». - La strage di piazza Fontana, ha concluso, ci ha consegnato «una lezione che non dobbiamo mai dimenticare, ci insegna che dobbiamo evitare che in Italia i contrasti e le legittime divergenze possano sfociare in tensioni tali da minacciare la vita civile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    07 Dicembre 2009 - 15:03

    Signor Presidente se il problema della verità sulle stragi commesse diventa per Voi difficile da capire,che avete sempre detenuto il potere da 50 anni a questa parte,tra DC, PS e PC,cosa deve pensare il Popolo Italiano ? -fraterni saluti.

    Report

    Rispondi

blog