Cerca

Giovanardi su Casini:

"Il suo tradimento è completo"

Carlo Giovanardi evoca scenari evangelici, quando riferendosi a Casini dice: "Il suo tradimento è completo". Lo ha fatto riprendendo l'appello di Casini al Pd e ad Antonio Di Pietro per una alleanza "per salvare la democrazia in Italia". Accusa Giovanardi: "Pier Ferdinando Casini ha portato a termine il totale tradimento dell'atto costitutivo dell'Udc nel centrodestra, confermato nell'ultimo c
Giovanardi su Casini:
Carlo Giovanardi evoca scenari evangelici, quando riferendosi a Casini dice: "Il suo tradimento è completo".
Lo ha fatto riprendendo l'appello di Casini al Pd e ad Antonio Di Pietro per una alleanza "per salvare la democrazia in Italia". Accusa Giovanardi: "Pier Ferdinando Casini ha portato a termine il totale tradimento dell'atto costitutivo dell'Udc nel centrodestra, confermato nell'ultimo congresso celebrato nel 2007. È il trionfo del trasformismo e di una visione iperpadronale del partito, al cui confronto il nostro PdL è un esempio virtuoso di dialettica interna e rispetto dei programmi proposti agli elettori". E dopo l'affondo sul leader dell'Udc, chiosa: "Caro Berlusconi, acceleriamo la presentazione dei nostri candidati per le regionali, rappresentativi delle varie sensibilità che hanno dato vita al PdL, e come lo scorso anno alle politiche vinceremo con il voto della gente senza correre inutilmente dietro a chi ogni giorno ci insulta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mab

    28 Gennaio 2010 - 11:11

    La miserevole strategia di Casini è quella di sperare poter assumere il ruolo di ago della bilancia come fece a suo tempo il partito socialista, sperando così di poter "arraffare" l'arraffabile. E poi, sempre con quella frase "sono una persona seria" è diventato veramente fastidioso, quasi come il suo amico Tabacci, anche lui sempre con quell'aria sobria di essere onesto e superiore, che però cambia o fonda partiti con la facilità del fulmine.

    Report

    Rispondi

  • MarcelloPaci

    10 Gennaio 2010 - 18:06

    i democristiani sono nei Casini. Non si riesce a capire che scelta di prospettiva politica sia quella di allearsi con il centro destra o con il centro sinistra (addirittura in Puglia) a secondo delle Regioni. Per non parlare della scelta di correre da soli in Toscana. Da un lato si rievoca la teoria dei due forni da prima repubblica, non sussistendone più le condizioni e comunque senza considerare che il sistema bipartitico é ampiamente condiviso dai cittadini. Le stesse Forze politiche all'estremo degli schieramenti si stanno rendendo disponibili alla riaggregazione.  Dall'altro lato: che senso ha correre da soli in Toscana? Significa mettere in Toscana sullo stesso piano centro-destra e centro-sinistra? Questa non é una scelta "neutra" o equidistante, perchè favorisce il centro-sinistra rispetto alla possibilità della alternativa. Già i cattolici della margherita hanno perpetuato il potere comunista in Toscana. Ora ci vuol partecipare anche l'U.D.C.? Scelta scellerata

    Report

    Rispondi

  • MarcelloPaci

    10 Gennaio 2010 - 18:06

    I democristiani sono nei Casini. Non si riesce a capire che scelta di prospettiva politica sia quella di allearsi con il centro destra o con il centro sinistra (addirittura in Puglia) a secondo delle Regioni. Per non parlare della scelta di correre da soli in Toscana. Da un lato si rievoca la teoria dei due forni da prima repubblica, non sussistendone più le condizioni e comunque senza considerare che il sistema bipartitico é ampiamente condiviso dai cittadini. Le stesse Forze politiche all'estremo degli schieramenti si stanno rendendo disponibili alla riaggregazione.  Dall'altro lato: che senso ha correre da soli in Toscana? Significa mettere in Toscana sullo stesso piano centro-destra e centro-sinistra? Questa non é una scelta "neutra" o equidistante, perchè favorisce il centro-sinistra rispetto alla possibilità della alternativa. Già i cattolici della margherita hanno perpetuato il potere comunista in Toscana. Ora ci vuol partecipare anche l'U.D.C.? Scelta scellerata.

    Report

    Rispondi

  • ruggiero5

    07 Gennaio 2010 - 10:10

    sono d'accordo con giovanardi.silvio non deve correre dietro a casini,il novello prodi,oltretutto insulta berlusconi,fa alleanze con la sinistra anche se ripete alla noia di essere equidistante dai poli.purtroppo anche lui e il suo partitello del 5 per cento è ingrato nei confronti di silvio come l'altro novello ex pdl fini.Carneade chi erano costoro prima dell'entrata di silvio in politica?Comunque Berlusconi tiri dritto per la sua strada perchè con o senza Casini(il suo cognome è tutto un programma)il Pdl + lega vinceranno le elezioni regionali.Avanti tutta

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog