Cerca

Dell'Utri accusa Ciancimino jr

"Mi calunnia solo per salvare la pelle"

18
Dell'Utri accusa Ciancimino jr
Dell'Utri è chiaro: "Massimo Ciancimino è un mitomane, calunnia solo per salvare la sua pelle". È questa la secca replica del senatore ai verbali degli interrogatori resi nei mesi scorsi da Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco di Palermo, secondo cui il politico del Pdl avrebbe avuto rapporti con il boss mafioso Bernardo Provenzano. Non solo. Secondo Ciancimino junior Dell'Utri avrebbe anche sostituito l'ex sindaco di Palermo nella presunta trattativa tra Stato e mafia. Per Dell'Utri, Ciancimino "è un pazzo, un mitomane - spiega - ma stupisce che esistano persone pronte ad ascoltare queste sonore, immense minchiate, a cominciare dai magistrati" . In un'intervista al Corriere della Sera, parlando dei presunti incontri con Provenzano, Dell'Utri dice che "per andare dietro a questo sciagurato bisogna essere proprio più pazzi di lui. Non vorrei incazzarmi, ma ci sarebbero da prendere un badile e rovesciarlo addosso a questi cretini. Sono stufo. Non ne posso più di queste calunnie artatamente costruite e amplificate da chi cerca di infangare gli altri per salvare la pelle". Dell'Utri nega anche di avere mai visto il boss Stefano Bontade. Poi, parlando della sentenza di primo grado nel processo di Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa con una condanna a nove anni di carcere, dice: "Il primo grado è stato una prosecuzione della requisitoria del pm Ingroia, d'altronde sodale del presidente Leonardo Guarnotta (il presidente del tribunale che lo condannò, ndr)". E sul processo d'appello, tutt'ora in corso a Palermo, conclude: "I giudici considerino ogni dato e ogni data nella loro giusta luce, dopo tanta brutta materia che ho dovuto digerire".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • liutprando1

    06 Aprile 2010 - 15:03

    ma non ve lo siete mai chiesto perche' il vostro capo teneva come sovraintente un uomp della mafia come mangano?perche non vi fate questa domanda ?

    Report

    Rispondi

  • bertrand

    14 Gennaio 2010 - 15:03

    Lasciamo, per ora, stare la condanna in primo grado per associazione esterna alla mafia, ma c'è una condanna definitiva che si fa finta di dimenticare: ha patteggiato due anni e tre mesi di reclusione per false fatture e frode fiscale. Veniamo ai famosi compagni di scuola, come li chiama qualcuno, ma che con la scuola non hanno nulla a che vedere, piuttosto "compagni di merende". Mangano, Cinà, Vincenzo Virga, Calderone, Jimmy Faucci (questi accertati senza ombra di dubbio). Poi ci sono quelli individuati dal tribunale di Palermo nella sentenza di primo grado: Bontade, Teresi e Di Carlo, ovviamente da confermare in appello, e infine, secondo Ciancimini jr., il capo dei capi Bernardo Provenzano. Quest'ultima, forse, è una calunnia, ma non mi pare che il senatore abbia ancora non dico querelato, ma nemmeno annunciato querela, contro il diffamatore.

    Report

    Rispondi

  • marley64

    14 Gennaio 2010 - 08:08

    Effettivamente non si può calunniare un poveretto che tanto si è sacrificato per Berlusconi e di conseguenza anche per noi,sopratutto per noi siciliani,che lo dobbiamo ringraziare per il lustro che porta alla nostra terra.Infatti ,i risultati di avere in Sicilia politici come Lui si vedono,per questo siamo la regione con la più alta qualità di vita.O no?P.S.(quà i comunisti non hanno mai governato)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media