Cerca

Berlusconi-Fini: al via la concertazione

Inaccettabile la linea dell'Udc alle Regionali

Berlusconi-Fini: al via la concertazione
Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini si sono infine incontrati. E hanno siglato un patto, un "impegno a una maggiore concertazione".
Lo ha detto ai cronisti parlamentari il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che all'incontro tra i due leader era presente.
Un impegno che vale "non solo sugli aspetti del partito, su cui la concertazione c'è sempre stata, ma anche sulle iniziative di governo e per quello che riguarda l'attività parlamentare" .  Aggiunge La Russa: "sia Fini che Berlusconi non hanno nascosto l'esistenza di problemi sviluppando un ragionamento su un piano di cordialità, ma senza nascondersi. Credo si sia trovato il modo per ovviare ai problemi, alle questioni o, come preferisco chiamarli io e non loro, le incomprensioni".

Inacettabile la linea dell'Udc-  In agenda durante l'incontro, anche la discussione sulle "alleanze variabili" seguita dall'Udc alle regionali.  Una posizione fortemente condannata da entrambi i leader, che si sono trovati  "concordi nel contestare la linea dell'Udc, la politica del doppio forno per noi è inaccettabile"., ha detto ancora La Russa. "La questione è rimasta aperta", prosegue, " Berlusconi è stato netto, mentre Fini è stato meno drastico". Durante il vertice, inoltre, "si è parlato anche del fuoco amico e del danno che provoca". Sull'opportunità di stabilire frequenti faccia a faccia sui temi politici, Berlusconi ha invece risposto a Fini con una battuta: «Io a pranzo da te verrei tutte le settimane, ma mi sembra più corretto venire quando mi inviti..."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maurofaccin

    19 Gennaio 2010 - 00:12

    Fini, cosa ti è successo??? Non so se è una mia impressione ma non credo proprio, Fini in questi ultimi tempi si è afflosciato, si è perso, non è più quello di una volta. Quando tempo fa si sentiva Fini e Alleanza Nazionale non dico che pensavi a un partito di estrema destra ma sicuramente era molto a destra... Oggi senti parlare l'ex guerriero Fini che se ne esce fuori con delle assurdità come: "riduciamo i tempi per la cittadinanza agli extracomunitari"...se si fosse sentito alcuni anni fa credo che si sarebbe come minimo tagliato la lingua e anche qualcos'altro... Mi dispiace propro per Fini, tutti hanno sempre puntato il dito sulla Lega per uno spaccamento o divisione interna della maggioranza, ma adesso secondo me bisognerebbe puntarlo su qualcun'altro... .

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    15 Gennaio 2010 - 21:09

    E' vero che di sacerdoti occulti della magia nera di politicanti untori, ce ne sono abbastanza ma, questi,in questo momento, pestano solo l'acqua nel mortaio. La Platea politica è completamente vuota escluso qualche zombo che si aggira in cerca di sfamarsi con qualche carogna, non credo che vi possano essere dei deputati sprovveduti desiderosi di imbarcarsi nella barca di Caronte per trovare dall'altra parte del fiume solo letame. Tutti i partiti di opposizione per poter riprendere un serio cammino politico in grado di poter adombrare un desiderio di cimento, devono rigenerare tutti i quadri dirigenti con attivisti giovani e desiderosi di svolgere una politica idealistica e pragmatica e non contro una persona. Per cui, è inutile che gli untori cerchino di infettare degli ignari passanti per Montecitorio; ormai, bisogna solo attendere nuovi momenti.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    15 Gennaio 2010 - 15:03

    Delle due l'una: O il Cavaliere è senza carattere ed è un debole, oppure in fondo c'è qualche segreto patto tra i due. Qualunque serio premier con le balle avrebbe mandato Fini a fare il lavoro a Rosarno a un euro a cassetta. Se ne libererebbe perché un po va bene la pazienza, ma con uno che ha fatto il salto dall'altra parte subito dopo esser stato eletto presidente della Camera come regalo ricevuto, non si può sopportare oltre il suo impedire il lavoro con mille cazzate ogni giorno. Non lo sa, non l'ha capito il Berlusca che questo tentennamento ci danneggia tutti? Mica solo lui! Se uno ha dei princìpi non li può tralasciare, se davvero li possiede. Altrimenti lasci fare ad uno più serio di lui. Quindi Berluscono (con la o) si dia una mossa, accipicchia! Oppure per coerenza molli la Lega dicendo che non può e non riesce a mantenere i patti stabiliti con lei. Qua anche il popolo di destra si sta svegliando, sig. B. Il tutto vale se però con Fini non ci sia un patto inconfessabile

    Report

    Rispondi

  • granza

    15 Gennaio 2010 - 15:03

    Sarebbe ora che Fini la smettesse di mett ere i bastoni fra le ruote del Governo. Ma quale concertazione? Il Cavaliere è il Capo, deve ascoltare i pareri dei collaboratori, poi decide e chi è leale segue le sue direttive. Chi non ci stà SE NE VADA!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog