Cerca

Il Pd vieta Facebook ai dipendenti. Poi ci ripensa

Scelta troppo aziendale. Via libera al social network

Il Pd vieta Facebook ai dipendenti. Poi ci ripensa
Vietato al mattino, ripristinato al pomeriggio. E' la breve parabola del tentativo del Pd di vietare ai compagni l'accesso a Facebook. Nel quartier generale del Pd a Roma, in Via S.Andrea delle Fratte, venerdì mattina non era più possibile navigare su Facebook. Perchè troppi dipendenti lo usavano invece di lavorare. Poi il dietrofront. Prima i dirigenti hanno detto che si era trattato di un problema tecnico. Poi hanno ammesso: scelta troppo aziendale. Torna tutto come prima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blueeyesplotter

    15 Gennaio 2010 - 15:03

    E poi è il PDL che applica la censura. Quando si dice predicare bene e poi razzolare malissimo!

    Report

    Rispondi

blog