Cerca

Vendola: "Sono vittima del fuoco amico"

Il presidente della regione Puglia: "Io un'anomalia che vogliono cancellare"

Vendola: "Sono vittima del fuoco amico"
Nichi Vendola non calcola più, non misura le parole. E vomita tutto quello che pensa. In merito alle accuse di questi giorni, alla (non confermata) notizia di un'indagine aperta su di lui dalla Procura, parla chiaro.
"Non sono più interessato a smascherare , a conoscere il mio denigratore. Mi sento impermeabile ai suoi schizzi di fango. Sono impegnato in una battaglia politica molto dura su più fronti: target del centro destra ma anche bersaglio del fuoco amico. Sono da sei mesi al centro di un tentativo di strumentalizzazione: le mie foto vengono associate alle inchieste sulle prostitute e sulla cocaina. La mia convocazione in Procura è stata preannunciata una settimana prima con clamore mediatico senza precedenti". In un'intervista resa alla Stampa e in un video pubblicato su Youtube, il presidente della regione Puglia incalza: "Capisco di essere un'anomalia e non riesco a darmi una spiegazione sul perchè mi ritrovi coinvolto in vicende giudiziarie dalle quali mi sento profondamente estraneo". Ancora: "La Puglia - ha aggiunto - è un laboratorio di riformismo radicale. Peccato che qualcuno l'abbia voluto trasformare in lotta al potere, mandando a quel paese una stagione di successi indubitabili". Sulla possibilità di farsi da parte nel caso di un'indagine formale: "Per quella telefonata - ha concluso Vendola - nella quale mi schiero per il ritorno in Puglia di un grande cervello emigrato negli Stati Uniti, il professore Giancarlo Logroscino? Ripeto, questi cinque anni di governo della Puglia sono un'anomalia che vogliono cancellare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ferrarigiuliano

    23 Gennaio 2010 - 11:11

    il manico d'ombrello, tra i compagni, và sempre a finire in quel posto! Forse Vendola potrà anche dire di essere contento!!!Ma fare la vittima no!! Raccoglie quello che ha avuto e seminato, non venga a fare il puro che non è!

    Report

    Rispondi

  • fiscadr

    22 Gennaio 2010 - 08:08

    Francamente Lei non mi è simpatico per quell'attacamento al cadreghino che è tipico dei mezzi politici come Lei. Stia solo attento che in mezzo alle pallottole del fuoco amico non ce ne sia anche qualcuna (coi baffetti) amica!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • semovente

    20 Gennaio 2010 - 17:05

    E' INARRESTABILE, MARCIA SICURA VERSO IL SOL DELL'AVVENIR E TRAVOLGE TUTTI COLORO CHE OSTACOLANO IL SUO CAMMINO, ANCHE GLI AMICI E GLI AMICI DEGLI AMICI

    Report

    Rispondi

  • tronci.al

    20 Gennaio 2010 - 12:12

    Questa volta sono d'accordo con Vendola. Per una volta che ha fatto una cosa intelligente, magari non correttissima secondo le begine della sinistra, e cioè perorare la causa di un giovane professionista con ottime referenze, viene sp...to come se avesse fatto chissà cosa. Povera Italia, se non mette in riga quella schiera di funzionari, dato che i magistrati vincitori di concorso quello sono, che stringono in una morsa di paura e di sospetto tutti quelli che non si muovono come vogliono loro. Sarebbe anche ora che si togliesse loro la direzione delle indagini per ridarla alle forze dell'ordine che devono essere, loro si, indipendenti anche dalle paturnie del magistrato di turno; le figuracce che negli ultimi tempi hano fatto i RIS e altri reparti specializzati e altamente qualificati sono figlie della necessità di accontentare il PM nelle due fissazioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog