Cerca

Pannella in sciopero della fame per Iraq, Tibet e carceri

La protesta non violenta del leader radicale comincerà stasera

Pannella in sciopero della fame per Iraq, Tibet e carceri
Nuovo sciopero della fame per il veterano della lotta non violenta, Marco Pannella. Il leader radicale chiede verità sulla guerra in Iraq del 2003, chiarezza sui rapporti tra il Dalai Lama e Pechino e no alla «tortura» causata dalla malagiustizia carceraria in Italia. Per questi tre motivi Pannella inizierà da stasera uno sciopero della fame «a oltranza: un atto di nonviolenza per fare emergere la verità».

Pannella lo ha spiegato nel corso di una conferenza stampa nella sede dei Radicali tenuta insieme con Emma Bonino, Marco Cappato e Mario Staderini. «Vogliamo la verità - ha detto - sulla criminale scelta del 2003 da parte di Bush, Blair e Berlusconi di muovere guerra all'Iraq, quando possiamo documentare che in quel momento era ampiamente probabile che Saddam Hussein avrebbe di lì a poco deciso di interrompere la sua crudele dittatura andando in esilio volontario. Andremo anche in Inghilterra e in America.

Il secondo motivo è che la comunità internazionale accerti la verità nei rapporti tra il Dalai Lama e il governo cinese, che sostiene che il leader tibetano vorrebbe ottenere l'indipendenza con la violenza».

Terzo motivo, ha proseguito Pannella, è il fatto che «la legislazione e la realtà italiane non sono compatibili con i trattati istitutivi dell'Europa, perchè l'Italia realizza in realtà la tortura di massa alla luce della gravissima situazione penitenziaria che coinvolge non solo i detenuti ma anche gli agenti e il personale penitenziario». A supporto di quest'ultima posizione i Radicali hanno diffuso un documento che riassume le cifre dei sovraffollamenti, dei suicidi e delle condizioni sanitarie e di vita della popolazione carceraria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tronci.al

    21 Gennaio 2010 - 19:07

    Pannella digiuna? sai che novità! Da anni il buon Pannella ci passeggia sui testicoli con queste ridicole operazioni di facciata; sarebbe ora che non gli si desse più importanza, almeno la finisce.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    20 Gennaio 2010 - 23:11

    Come potrebbe rimanere negletto il ns. Pannella nazionale?Lui,esperto in ...digiuni lunghissimi che neppure i cheloidi lo potrebbero superare.Aspirante da molti anni,spera lo facciano Senatore a vita.Da ottuagenario,dice di candidarsi in una regione del Nord(Veneto o Lombardia)."Ed ecco verso noi venir per mare,un vecchio bianco per antico pelo.....". Povera Italia!!!

    Report

    Rispondi

  • dondolino

    20 Gennaio 2010 - 16:04

    ma perche a quell'eta non fa come il necchi del fil amici miei e si ritira in uno spizio e non ci rompe più gli zibidei?

    Report

    Rispondi

  • marino43

    20 Gennaio 2010 - 15:03

    Mi è assolutamente indifferente....uno che non conta più nulla...un po' come le opposizioni..Che ci siano oppure no non servono a anessuno...tanto vale che se ne tornino tutti a casa, tanto la maggioranza a colpi di D.L. o D.D.L. votati a maggioranza fa cio che vuole. Oggi hanno fatto un'alta porcata...pazienza ...la gente ormai è abituata e non si indigna neppure più...come vedere in TV i vicedirettori di Libero che invece di fare i giornalisti fanno i difensori d'ufficio de SCARFACE..... come se ne avesse bisogno!! Forse il medico avrà detto a Pannella che doveva dimagrire!!

    Report

    Rispondi

blog