Cerca

Cinzia-Gate, Del Bono si è dimesso

Brunetta: "Mi dispiace veramente, inutili strumentalizzazioni"

Cinzia-Gate, Del Bono si è dimesso
Ora è ufficiale. Del Bono ha lasciato. "Rassegno le dimissioni dalla carica di sindaco di Bologna". Con queste parole, il primo cittadino di Bologna, Flavio Delbono ufficializza nell'aula del consiglio comunale a palazzo d'Accursio le dimissioni. Delbono, entrato in aula giusto in tempo per votare il bilancio, ha solo citato il comma relativo alle dimissioni del Testo Unico sull'ordinamento degli enti locali. Il primo cittadino, che ha deciso le dimissioni per potersi difendere nell'ambito dell'inchiesta Cinzia Gate che lo vede indagato per abuso d'ufficio, peculato, truffa aggravata e tentata induzione a tacere o mentire davanti all'autorità giudiziaria, conclude così il suo mandato sotto le Due Torri.

Brunetta- Al ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta "dispiace" per le dimissioni del sindaco di Bologna, Flavio Delbono. "Mi dispiace sempre quando ci sono di mezzo vicende personali - ha detto Brunetta a SkyTg24 - non sopporto la demonizzazione e le strumentalizzazioni, e lo dico anche contro il mio interesse di parte politica". Per Brunetta "la magistratura non può fare politica, la politica non si può fare con i tribunali: Delbono doveva essere giudicato per quello che fa come sindaco, e questo deve valere per tutti noi«, perchè - ha aggiunto il ministro - è indegno che la magistratura faccia politica".

Elezioni- Domani al ministero dell’interno il ministro Roberto Maroni sarà impegnato in una riunione tecnica per verificare la possibilità di accorpare le elezioni della città di Bologna nella giornata del 28 marzo. È quanto ha detto il ministro Maroni nel corso della registrazione del programma "Porta a Porta" che andrà in onda questa sera su Raiuno. "Per ottenere questo risultato - ha sottolineato Maroni - bisognerà cambiare la legge poichè quella in vigore prevede che si possa votare il 28 marzo solo se il sindaco si è dimesso entro il 21 gennaio. Per votare a Bologna il 28 marzo occorre fare un provvedimento legislativo. Sembra che le dimissioni del sindaco Delbono dopo tanti annunci siano arrivate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    29 Gennaio 2010 - 18:06

    Ieri sera, ho ascolato Anno Zero che parlavano delle dimisiioni del sindaco di Bologna e volevano,come al solito, pasraganonarlo a Berlusconi senza però, specificare che sono fatti diametralmente diversi. Berlusconi,se dovesse dare retta a due carciofi come Santoro e Travaglio, magari,tra 18 anni,come è avvenuto per Mannino,dopo vari processi fustiganti, la giustizia,uscirebbe fuori dicendo che ha ragione ma,nel frattempo,Berlusconi potrebbe anche essere morto ma, ammesso che fisicamente non lo sia, psicologicamente,dopo tale supplizio sarebbe morto comunque. Ma alla sinistra forcaiola e bolscevica,non interessa che una persona sia innocente per lei,interessa soltanto che chi è il suo principale ostacolo si tolga di mezzo in modo da farle spazio al potere. La sinistra si metta il cuore in pace perchè Berlusconi, se necessario, sarà processato a fine corsa.

    Report

    Rispondi

  • fiscadr

    29 Gennaio 2010 - 09:09

    Adesso stai a vedere che ne fanno un martire. Si è dimostrato un povero di spirito, neanche tanto furbo da nascondere le mascalzonate che combinava con la sua bella. Andrebbe quindi anche perseguito per scarsa furbizia. Poi la futura memoria "prima viene Bologna!!!!.Che bravuomo!! Martire subito!! Nel senso che bisognerebbe tagliargli la testa subito per evitare che faccia altri danni. E la biondina che viaggiava con lui? Dalle stelle alle stalle. E se finisce così gli è andata ancora bene. Se l'è spassata a nostre spese, si prende uno stipendio discreto quando tantissimi tirano la cinghia. Basta così

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    29 Gennaio 2010 - 07:07

    Stavolta Renatino mi ha proprio deluso: da inflessibile bacchettatore di furbetti del tesserino, a dispiaciuto e solidale membro della casta. chiedo pubblicamente un'errata corridge

    Report

    Rispondi

  • AG1970

    28 Gennaio 2010 - 19:07

    Brunetta ogni tanto ha dei momenti di buio... anche per me la sfera privata deve essere ben distinta da quella pubblica ma se si usano i soldi pubblici per fare i propri comodi credo che le cose siano un pò diverse. Saluti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog