Cerca

Indagata Patrizia D'Addario

Lo rivela Panorama: "Selezionata per compromettere il premier". Smentisce la Procura di Bari

Indagata Patrizia D'Addario
Il settimanale "Panorama" in edicola oggi rivela che Patrizia D'Addario, l'escort barese al centro dello scandalo che ha coinvolto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sarebbe indagata insieme ad almeno altre 12 persone dalla Procura della Repubblica di Bari per 'avere ordito un complotto contro Berlusconi'. Secondo gli inquirenti, a quanto scrive Panorama, la D'Addario, sarebbe stata "selezionata e successivamente consegnata a Tarantini affinché portasse a termine la missione di compromettere la reputazione del presidente del consiglio, mettendolo politicamente in difficoltà". Secondo quanto riportato dall'Ansa, e confermato dal settimanale,  Panorama afferma che "a breve, nei confronti di alcuni giudici che avrebbero partecipato a quello che appare come un vero e proprio complotto ai danni del premier dovrebbe scattare un procedimento parallelo" che sarà affidato alla procura di Lecce. Nella vicenda «un ruolo non secondario lo avrebbero recitato alcuni giornalisti, ai quali sarebbero state passate notizie allo scopo di alimentare il clima a sostegno della tesi di D'Addario. Alcuni articoli sarebbero stati persino utilizzati per indirizzare le indagini». Il settimanale aggiunge che per questo filone "sarebbero già pronte le richieste di misure cautelari per diversi personaggi, compresi alcuni appartenenti alle forze dell'ordine". Al vaglio dell'inchiesta, infine - sempre secondo quanto scrive Panorama - ci sono anche accertamenti patrimoniali sulla D'Addario ("sarebbe risultata intestataria di numerosi conti correnti, direttamente o attraverso prestanome") e in particolare "alcuni movimenti di denaro di entità rilevante" come un trasferimento in Qatar nel febbraio 2008 di un milione e mezzo di euro fatto "fisicamente dalla stessa escort" a Tarantini per portare a termine la missione di compromettere la reputazione del presidente.

La Procura non conferma- La procura di Bari ha smentito di avere in corso indagini su un presunto complotto, di cui si parla in un servizio pubblicato oggi da Panorama, che magistrati, giornalisti, politici e la escort Patrizia D'Addario avrebbero attuato per mettere in cattiva luce Silvio Berlusconi. "In merito alla notizia di stampa apparsa oggi sul settimanale Panorama- è detto nella nota - e relativa alla pretesa ipotesi di accordi fraudolenti miranti ad una calunniosa rappresentazione processuale, con conseguente iscrizione nel registro degli indagati di magistrati, politici, giornalisti o professionisti, questa Procura della Repubblica smentisce che vi siano iscrizioni di notizie di reato aventi tale contenuto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bepper

    02 Settembre 2011 - 16:04

    Un primo ministro così ingenuo fa tenerezza. Basta un tarantini qualunque, uno screditato lavitola ed il gioco è fatto. Non parliamo poi delle ruby minorenni a piacere, che sono furbe abbastanza per carpirne la buona fede fino a chiedere 5 milioni. E le sorelline de vito, quelle sgamatissime che, visto il declino dell'ingenuo, adocchiavano l'argenteria. Vatti a fidare delle minetti, pronte ad offendere con ingratitudine. E Fede, che fa la cresta sulla spesa come lavitola. Cattivi. Per fortuna che la guerra fredda è finita ed i russi non hanno ancora pensato di approfittarne con qualche biondazza delle loro. Ma Putin è un amico. Occhio alle francesi però, quel Sarkò mi pare sospetto.

    Report

    Rispondi

  • gicchio38

    14 Agosto 2010 - 09:09

    Povera daddario finalmente la vedremo piangere anzichè vedere sempre quella faccia col sorriso da angioletto E CHE SORTA DI ANGIOLETTO......................... Non mi spreco oltre con certa gente che sa fa re solo la p.............. pardon la escort.

    Report

    Rispondi

  • gekconsulting

    12 Agosto 2010 - 15:03

    E dove sta la notizia, una che fa il suo mestiere, quanto meno un'accusa di induzione e sfruttamento della prostituzione la dovrebbe avere... o no?

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    03 Febbraio 2010 - 12:12

    dedica questo giornale alla D'Addario, rea di fare il suo mestiere, e nemmeno una riga sul fatto, che poi sarebbe la vera notizia, che un capo di governo difensore della sacra morale della famiglia nonchè promotore del Family Day si è avvalso dei servigi di costei quale "utilizzatore finale" (una volta chi andava a prostitute era definito in altro modo) fecendosela recapitare a domicilio da un losco personaggio in caccia di accrediti o altri favori. A questo giornale è anche sfuggita la notizia che la sig.ra D'Addario per evidenti meriti ottenuti sul campo (cioè sul letto) era destinata ad essere candidata alle elezioni europee per il PDL (ex casa chiusa delle libertà), poi, dopo la denuncia di Veronica Lario, dirottata alle comunali di Bari.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog