Cerca

"Il Pci fece abortire Nilde Iotti"

Lo rivela lo storico Piero Melograni ospite da Lilli Gruber. Il partito non volle il figlio illegittimo di Togliatti

"Il Pci fece abortire Nilde Iotti"
La notizia, se confermata, sarebbe esplosiva. Ieri sera lo storico Piero Melograni, ospite di Lilli Gruber, ha dichiarato infatti: "Il Pci fece abortire Nilde Iotti". La relazione tra Nilde Iotti e Palmiro Togliatti era nata nel 1946. Lui allora era sposato, con un figlio disabile mentale ed era all'apice della sua carriera politica. Lei quello stesso anno venne candidata come parlamentare del Pci e vinse. Il loro fu un amore tormentato agli inizi: Togliatti per lei lasciò moglie e figlio e la cosa non venne vista di buon occhio dai colleghi del Pci. Così, raccontano, pochi mesi dopo lei rimase incinta. Ma il moralismo familiare prese il sopravvento, come ricorda Melograni, e il partito comunistra costrinse l'amante del "migliore" ad abortire.
La vicenda non venne mai confermata, ma di questo bimbo mai nato hanno parlato in molti. Era la vigilia del 18 aprile 1948, si era in piena guerra fredda. Uno scandalo del genere non avrebbe certo giovato al leader comunista. Una confidente della Iotti ha da poco rivelato una confidenza che le venne fatta da Nilde stessa, all'epoca. Parlava di un "bambino nato morto". Quel che è certo, è che un bambino non vide la luce. Nato morto o per aborto  dovuto a riunione di partito, resta ancora oggi un mistero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • annalisamariatorre

    20 Luglio 2014 - 22:10

    Vergogna

    Report

    Rispondi

  • blq

    31 Gennaio 2010 - 23:11

    spero proprio di non dover tornare a quei tempi, in cui anche un "comunista" doveva adeguarsi alla morale corrente...delitto d'onore.. adulterio delitto penale se da parte della donna....fifa ad appoggiare il divorzio..l'aborto...brrrrrr

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    31 Gennaio 2010 - 20:08

    Quando leggo queste non notizie mi domando perchè acquisto il quotidiano. Tutti sapevano quello che subì Nilde Iotti. Tutti sanno che era una persona molto intelligente e dotata di qualità politiche straordinarie. Tutti sapevano che i comunisti mangiavano i bambini: eufemismo da farsi spiegare, per chi ancora non lo ha capito, dall'intelligentia che ci stà dominando da oltre un trentennio. Ci hanno insegnato che per essere migliori bisogna essere diversi: vedi Grillini, Vendola, Lapo, Marrazzo l'indisponente Rosy. Tutte persone rispettabili, ma non esempio da imitare. Asvedommia

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    31 Gennaio 2010 - 16:04

    Purtroppo il successo dell’alta percentuale di consensi non è colpa del Presidente Berlusconi che (a parte la baggianata dei soldi ed aiuti del mio amico Presidente Bettino i Craxi), ma dello zoccolo duro alla Cipputi a qualunque costo a dire no, a tutto alle Infrastrutture, Riforme Giustizia all’immigrazione.Si sono seduti sugli allori, dovuta alle conquiste si, della Sinistra, ma questo era scontato visto dopo la guerra cancella anche i diritti, questo però è avvenuto con più favore verso la Casta dei Sindacalisti e scomparsi doveri che i lavoratori dovevano ottemperare verso il rilassamento con un Paese diventato burocrate e spesso io stesso sentivo dai colleghi: “ Ma non sai chi sono io?“ Chiedete ad Alessio se non vero che; si rinasce o si muore, lui che lavora e vive in un Paese martoriato, ed io visti in giro per il mondo, molti emigranti dall’Asia,verso altre Nazioni, con in spalla la sola bilancia, quattro cenci e via verso l’Australia lunga scia di morti, uccisi su navi negrieri: una scia di vita, morte e dolore di povera gente!Questo non fu così, per nonno Michelangelo Muliero, papa di mia madre, quando emigrò a New York nel 1899 e tornò nel 1908, per le feste di San Rocco Patrono di Pisticci. Negli Stati Uniti D’America,Michelangelo aveva tutti i diritti, lo fecero studiare, perché era analfabeta, questo l’aiutò come muratore nel suo lavoro,sui grattacieli della Grande Mela.Ditemi in Italia chi li aiuta se non la Camorra, come a Rosarno.Su miei Blog.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog