Cerca

Legittimo impedimento, Casini ci sta

Udc voterà a favore, Fini anche: la norma procede senza intoppi alla Camera

Legittimo impedimento, Casini ci sta
La Camera sta discutendo da ieri sul legittimo impedimento. E finora la legge ha incassato il sì, non scontato, di Casini. «Nel rapporto tra potere legislativo e ordine giudiziario secondo noi è necessario rimuovere un macigno che da 15 anni è l'alibi per tutti per non affrontare una riforma vera della giustizia a partire dalle anomalie che spesso in quest'Aula abbiamo evidenziato. C'è chi fa finta di niente, chi indulge nel giustialismo di vecchio tipo e chi decide come noi di affrontare direttamente la questione. Per noi questo è esattamente il male minore». Così il leader dell'Udc, intervenendo nel'Aula della Camera, ha spiegato e difeso la decisione  di votare a favore della proposta di legge sul legittimo impedimento.

L'ex presidente della Camera è poi intervenuto nel merito del testo, invitando la maggioranza ad apportare alcune modifiche. «La legge secondo noi -ha detto- ha una giustificazione di carattere politico, un provvedimento ponte davanti a nuovi sbocchi di carattere costituzionale. Se il provvedimento ha carattere politico, se il ponte è un ponte tibetano, credo che aumentare la comitiva che passa per questo ponte significa indebolire in primo luogo la tenuta politica del proveddimento, in secondo luogo la posizione dello stesso presidente del Consiglio».

Per Casini è necessaria «una tipicizzazione degli impedimenti rispetto al presidente del Consiglio ed estendere il provvedimento a tutti i ministri o magari ai sottosegretari come sciaguratamente si voleva fare significa indebolire, anche alle verifiche successive, la tenuta complessiva di questo provvevdimento».

La norma dovrebbe essere dunque approvata senza intoppi, visto che anche Gianfranco Fini si è detto d'accordo all'approvazione.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sarame

    03 Febbraio 2010 - 14:02

    a me quello che dice CASINI non fà nè caldo nè freddo .l'unica cosa che è necessaria è poter fare lavorare questo governo sensa l'assillo della magisratura che l'unica cosa sembra volere è sbattere BERLUSCONI in galera non accettano che il popolo è con l'uomo più attaccato del mondo

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    03 Febbraio 2010 - 10:10

    con sta storia del piliomelitico ci hai fatto due palle quadre...per non dire che è di infimo gusto il tuo ipocrita "non augurio"...a parte questo su certe cose non ci si può trovare proprio: quando sento "sta lavorando per noi lasciamolo lavorare poi fatene quel che volete" indica prorpio una deformazione culturale che è IMPOSSIBILE avvicinare.....c'è chi la pensa così e chi la pensa come me, ovvero che un uomo pubblico (un presidente del consiglio in questo caso, il cittadino numero 2 italiano in pratica..vi rendete conto?) alla minima macchietta non solo si dovrebbe dimettere ma manco proporsi!!!!Insomma, siamo di fronte ad una anomalia bella e buona, da uan aprte uno che si crede impunibile e perfetto con la sua schiera di indottrinati ("avviso di garanzia?magistrati comunisti", "avvisi ad altri, tutti ladroni tranne i nostri!" etc etc etc) nel frattanto ha le mani in pasta ovunque, televisioni private, RAI, banche, finanziarie, editoria, calcio.........

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    02 Febbraio 2010 - 22:10

    Questa testata è l'unica che dà libertà a chiunque di commentare,perfino alle persone il cui scopo primo è l'ingiuria,...esempi viventi di cultura troglodita.Nessuna delle altre testate nazionali permettono proposizioni di tale bassezza,provare per credere;si viene deasticamente censurati,ma tant'è.

    Report

    Rispondi

  • rambert8

    02 Febbraio 2010 - 20:08

    E giusto che colui che è stato eletto abbia il diritto poi di governare per l'intera durata del mandato.Poi dopo 15 anni di ste menate...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog