Cerca

L'Italia batte tutti

Berlusconi: "Nonostante la crisi economica, il Paese c'è. Abbiamo abbassato le tasse e tolto l'Ici". Bersani: "Non è vero. Le imposte sono aumentate e abbiamo 700mila disoccupati in più"

L'Italia batte tutti
L'Italia c'è. E sta meglio di tanti altri Paesi europei. In particolare sta meglio dei Pigs, acronimo coniato dagli investitori anglosassoni che sta per Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna (pigs, in inglese, significa maiali, ndr). Ne è pienamente convinto il premier Silvio Berlusconi. «Abbiamo abbassato le tasse, togliendo l'Ici e togliendo 2 miliardi alle imprese» ha sottolineato il presidente del Consiglio, intervenendo telefonicamente all'apertura dei cantieri della Pedemontana.

Berlusconi
assicura: «Nonostante la crisi l'Italia c'è, con un governo che ha continuato a lavorare per il bene degli italiani. La grave crisi economica è stata affrontata bene: non abbiamo aumentato le tasse e sosteniamo le famiglie e chi ha perso il lavoro». L'Italia se la sta cavando molto meglio degli altri paesei europei, dove ci sono  «situazioni abbastanza preoccupanti».
Libero-news.itLibero-news.it

Nonostante la crisi l'Italia c'è, con un governo che ha continuato a lavorare per il bene degli italiani. La grave crisi economica è stata affrontata bene: non abbiamo aumentato le tasse e sosteniamo le famiglie e chi ha perso il lavoro.



Durante la telefonata, Berlusconi non ha perso l'occasione per fare una delle sue battute. "La Lombardia è la regione traino di tutta la nostra economia e ha dato all’Italia grandi nomi come il presidente del Consiglio". E' seguita una grossa risata del pubblico, al che il premier ha concluso "Bisogna avere un pò il senso dell’ironia. Non capisco come all’opposizione ce la facciano a vivere con tutta quella rabbia che hanno in corpo. Rabbia che poi scaricano  su di me - ha concluso il premier- ma io oramai sono immunizzato".

Bollette più leggere - Da Palazzo Chigi, Berlusconi garantisce un impegno costante in questa direzione: presto il rilancio del nucleare e di tutte le fonti alternative «farà sì che le bollette siano più leggere per gli italiani e per le imprese».

I sondaggi
- Secondo il Cavaliere, infine, il riconoscimento del buon operato del governo arriva direttamente dagli elettori: «I sondaggi in Lombardia dicono che la nostra coalizione ha il doppio dei voti della sinistra. Il presidente Formigoni è dato ben oltre il 60% e questo dà per certo la sua vittoria e la nostra vittoria».

Bersani non ci sta - “Non so in quale paese vive Berlusconi”, ha detto il segretario del Pd Pierluigi Bersani. “Da quando il governo ha detto che la crisi era passeggera e psicologica - ha continuato Bersani -, abbiamo 700 mila disoccupati in più, un milione di persone sotto ammortizzatori sociali e decine di migliaia di piccole imprese saltate o a rischio di saltare”. “Questi sono problemi che - secondo il segretario del Pd - si devono affrontare con un piglio più deciso e non raccontando fantasie”.

Riguardo le tasse, per Bersani “sono cresciute e siamo arrivati al 23 giugno come giorno in cui finiamo di lavorare per lo Stato. E' un record’'. Il problema del fisco, ha concluso il leader Pd è che “c'è tanta gente che le tasse non le paga e di questo Berlusconi si occupa poco”.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • z.signorini

    09 Febbraio 2010 - 09:09

    Una volta tanto, Bersani, non fare il psicopatico. Ti rendi conto che hai perso la faccia, chi ti crede è come te. Guardate la realtà e prima di parlare non fatevi la dose perchè già avete il cervello annebbiato con quella si cuoce.

    Report

    Rispondi

  • antari

    08 Febbraio 2010 - 19:07

    Io penso che lei dovrebbe essere piu' comprensivo. Questi poveri berlusconiani sono fin troppo sballottati. Oggi gli dicono una cosa diversa da quella di ieri, poi domani le cose cambieranno ancora.... ! In una situazione simile, non e' facile per loro mandare avanti la barca. Francamente non li invidio. Forse dovremmo smetterla di rinfacciargli continuamente le incoerenze e le fesserie che B racconta loro ogni giorno, altrimenti rischieremmo di esser fin troppo crudeli :" Quindi non nomini piu' "vita nuova" a Napoli, ne le tasse, ne le pensioni e neanche le fenomenali promesse di ridicolizzare gli accusatori in tribunale. Abbia un po' di compassione, suvvia :)

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    08 Febbraio 2010 - 10:10

    troppo facile così.....noi di sinistra siamo degli sprovveduti fanfaroni che credono alle favole?Vuoi forse dare colpa a noi se il tuo Silvio ha vinto le elezioni con la promessa della riduzione delle tasse (dirette, eh si perchè forse l'elettore di cdx non si accorge di tutte quelle belle tassine INDIRETTE che questo governo porta avanti, l'ultima quella sulle memorie digitali è un capolavoro poi!!!), della riduzione di enti, politici e chi più ne ha più ne metta, insomma ridurre tutto!!!E poi? a che siamo arrivati?che si risparmia sulle scuole, sugli ospedali, sulle forze di polizia e si fanno scudi fiscali al 5% (al cinque per cento!quante trattenute hai tu sulla tua pensione?), si ferma un barocne di immigrati ogni tanto e si dice che l'immigrazione clandestina è ridotta del 75%!!!ahahaha ma di questo passo, caro gasparotto non ti senti preso per i fondelli mononariciuti che hai come tutti noi italiani?almeno in quello siamo uguali!!!p.s.Adesso la tua pensione è diventata bella?

    Report

    Rispondi

  • antari

    08 Febbraio 2010 - 09:09

    tu scrivi "Ficcatevelo nella capa. Berlusconi non ha mai detto di avere abbassato le tasse, ha solo detto...". Pero' nel titolo dell'articolo che commenti c'e' scritto: Berlusconi: "Nonostante la crisi politica, il Paese c'e'. Abbiamo abbassato le tasse e tolto l'Ici...". Forse la notizia ti era sfuggita, eri rimasto alle dichiarazioni di due settimane addietro XD Ciauz

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog