Cerca

Tartaglia in comunità

L'aggressore di Berlusconi trasferito ai domiciliari. Depositata al pm la consulenza sulle ferite al volto del premier

Tartaglia in comunità
Massimo Tartaglia, l'uomo che nel dicembre scorso aggredì Silvio Berlusconi al termine di un comizio in piazza Duono a Milano, è stato trasferito oggi dall'ospedale San Carlo di Milano ad una comunità terapeutica . Il trasferimento era stato deciso la scorsa settimana dal gip su parere favorevole della procura. Intanto al procuratore aggiunto Armando Spataro è arrivata la perizia disposta nelle settimane scorse per accertare l'entità esatta delle ferite e i danni subiti da Silvio Berlusconi al fine di determinare con precisione l'imputazione e le aggravanti a carico di Tartaglia. Il contenuto della consulenza servirà al pm per preparare il capo di imputazione per Tartaglia in vista della richesta di rinvio a giudizio che sembra imminente. Sul contenuto della consulenza c'è il massimo riserbo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • locatelli

    10 Dicembre 2014 - 00:12

    tartaglia in comunita vergogna se al posto di colpire berlusconi avrebbe colpino napolitano di sicuro in prigione per tentato omicidio certi giudici

    Report

    Rispondi

  • giramondo15

    30 Giugno 2010 - 18:06

    SIGNOR MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (((ARRESTATE)) IMMEDIATAMENTE CHI HA ORGANIZZATO TUTTO A METTERE TARTAGLIA IN LIBERTÁ PERCHÉ SONO LORO I MANDATARI : HANNO SBALORDITO IL MONDO INTERO : DOVÉ LA GIUSTIZIA??; COSA HANNO SAPUTO ORGANIZZARE QUESTI COMPAGNI SPIETATI AGGREDISCONO COME I LEONI E NESSUNO LI PUÓ FERMARE????????

    Report

    Rispondi

  • biemme

    19 Aprile 2010 - 19:07

    sapevamo tutti che questo Tartaglia non sarebbe stato punito. La magistratura non si smentisce.

    Report

    Rispondi

blog