Cerca

Mara Venier: "Se Brunetta mi chiama, corro"

La presentatrice tv, veneziana doc, si schiera con il ministro candidato sindaco a Venezia

Mara Venier: "Se Brunetta mi chiama, corro"
"Se Brunetta mi chiama, io corro". Mara Venier, presentatrice televisiva, annuncia la sua scelta di campo in un’intervista al Corriere Veneto. "Abbiamo la stessa storia - spiega - io figlia di ferrovieri, lui figlio di ambulanti. Eppoi siamo due cani sciolti che dicono quello che pensano. Brunetta è l’uomo giusto per governare Venezia e voglio impegnarmi al suo fianco".  La Venier, veneziana doc come Brunetta (anche se da anni vive a Roma) non si è mai occupata di politica ma questa volta, a sorpresa, annuncia la sua scelta. Dice di non voler scendere in campo in modo tradizionale, neppure con una lista civica, ma di "essere a disposizione del ministro" che "deciderà lui".  
La Venier esprime grande stima per il ministro della Funzione Pubblica e sostiene di non aver preclusioni ideologiche: "Ho votato da una parte e dall’altra - confessa - sono amica di Veltroni come pure di Berlusconi. Con Brunetta è diverso, ha una grande spinta personale e fa battaglie che condivido. E’ la prima volta che mi esprimo in politica, lo faccio per amore della mia città d’origine. Faccio un gran tifo perchè lui può davvero cambiare la città e Venezia ha bisogno di essere aiutata".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcello.favale

    08 Dicembre 2014 - 12:12

    Per favore stiamo parlando di una donnetta. Nominata da Berlusca? Beh! lasciamo perdere: ha bisogno lui di essere nominato, dopo aver indetto congressi comunali, provinciali, regionali, nazionali.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    20 Febbraio 2010 - 17:05

    Perchè mai Brunetta non dovrebbe candidarsi a sindaco di Venezia? Forse perchè non ha una statura alta?Forse perchè risulta antipatico,brutto, ai partiti d'opposizione?Perchè viene denigrato,vilipeso,oltraggiato,perfino odiato?Non sarà mica perchè ha avuto il coraggio per primo di denunziare l'abuso,l'assenteismo,talvolta il parassitismo,in settori,ove per primi dovevano essere i sindacati(loro regno da sempre), a non tutelare la disonestà, l'abuso,in settori del P.I.,totalmente mantenuto dai cittadini.Tutti noi vedavamo l'andazzo negli uffici pubblici e ce ne lamentavamo.Brunetta,deve continuare a fare verifiche,premiando i lavoratori seri,onesti,coscienzosi che prima venivano indotti ad assimilarsi agli altri,per non subire di persona.Non c'è di peggio,in un ambiente lavorativo,quando si rompe un certo ordine pre-costituito.Ora,qui da noi,i servizi sono notevolmente migliorati.Abbasso le mafie!!!

    Report

    Rispondi

  • blues188

    20 Febbraio 2010 - 13:01

    Maraaaaaaaaaa.. c'è da spostare la macchina. Sono Brunetta

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    19 Febbraio 2010 - 10:10

    al pari di qualsiasi cittadino Lei ha il diritto di candidarsi e, quindi, partecipare alle elezioni, Lei è un personaggio noto e, dal punto di vista lavorativo, ha un curriculum certamente più cospicuo delle ministre Carfagna e Gelmini. Siccome nel PDL il merito è sempre premiato non vedo perchè a Lei non dovrebbe essere concessa un'occasione. In bocca al lupo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog