Cerca

Silvio e diritti tv, bocciato il legittimo impedimento

I giudici milanesi respingono al richiesta: l'udienza non è rinviata

Silvio e diritti tv, bocciato il legittimo impedimento
I giudici milanesi del processo sui diritti tv hanno bocciato la richiesta di rinvio dell'udienza presentata dai difensore di Silvio Berlusconi che hanno sostenuto, per il loro assistito, un legittimo impedimento motivato dalla riunione, fissata per oggi, del Consiglio dei ministri. Dopo una lunga camera di consiglio, però, il Tribunale ha ricordato come, in base ai dettati della Corte Costituzionale, il giudice abbia l'onere di programmare un calendario di udienze evitando di sovrapporsi con altri impegni istituzionali. Quindi, dopo aver ricordato di aver già soppresso tre udienze del processo milanese, e di avere programmato in passato con le difese l'udienza di oggi il Tribunale ha sottolineato che «nulla è stato dedotto circa la necessità di fissare per oggi un Consiglio dei ministri» deciso il 24 febbraio scorso. Per questo, al fine di non «svilire la funzione giudiziaria» il Tribunale ha respinto la richiesta della difesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • CICCI1938

    16 Febbraio 2011 - 11:11

    Si incominciano a vedere i dani che ha fatto la Rossa Corte Costituziomale.E' assurdo che un magistrato possa sindacare gli impegni istituzionali del capo del governo. E' veramente una vergogna. Viava la Rossa Procura di Milano e La Rossissima Corte Costituzionale.

    Report

    Rispondi

  • simones

    03 Marzo 2010 - 18:06

    Ecco come i tg Mediaset danno la notizia della mancata concessione del legittimo impedimento a Berlusconi, Ridicoli!! In realtà il tribunale di Milano non ha negato che il Consiglio dei ministri non sia legittimo impedimento. http://lapillolarossa.ilcannocchiale.it/2010/03/03/il_legittimo_impedimento_visto.html

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    03 Marzo 2010 - 15:03

    comprendo il Suo sfogo. Anche a me capita spesso di essere considerato un "sinistrato" solo perchè oso criticare il verbo di Arcore. Viviamo ormai in un Paese fanatizzato dal berlusconismo e dall'antiberlusconismo che si legittimano a vicenda mentre lo Stato di diritto sta andando ad escort. Nonostante questo brutto momento resto fiducioso. La storia insegna che la ragione prima o poi avrà la meglio sul buio della follia. L'altra volta il tunnel è durato un ventennio. questa volta speriamo che duri un pò meno. Cordialità.

    Report

    Rispondi

  • marino43

    02 Marzo 2010 - 17:05

    Intanto abbiamo saputo che lei è un ex missino...e questo non è un male a meno che non intenda rinnovare i fasti di quando c'era lui..perchè sarebbe fuori tempo massimo!! Ma detto questo, non capisco perchè mi debba accumunare a color che di cui io non ha mai fatto parte e mai lo farò. Lei, come tanti altri, non avete ancora capito bene che chi come me protesta contro le leggi ad personam e porcate varie non è detto che abbiano un'appartenenza precisa, ma sono dei cittadini, che, come lei spaccano l'euro per arrivare a fine mese e pretendono che tutti rispondano alle leggi. Detto questo, non se la prenda, ma è solo colpa sua se ha scritto FATEVI SENTIRE... ma allora ci va o non ci va a farsi sentire...demanda agli altri?? Vuole che la chiamo ITALIANO? Ok.. Salve italiano! Ritorni in piazza pagando di tasca sua come ha sempre fatto all'epoca del MSI e del glorioso e compianto Almirante e soprattutto lo faccia fare agli italioti del sabato e della domenica.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog