Cerca

Cricca gay e pm guardoni

"Alto, moro, da non perdere". Spuntano gli incontri omosex di Balducci: giovani dotati contattati tramite il responsabile del coro di San Pietro.

Cricca gay e pm guardoni
Il vecchio buco della serratura non passa mai di moda e, questa volta, a guardarci dentro sono i magistrati di Firenze. Il faldone 24, l’ultima puntata della saga sugli appalti per le Grandi opere, si concentra per una buona parte su Angelo Balducci, l’alto funzionario della Protezione civile finito in manette per corruzione. Ma non per spiegare i dettagli del pagamento di una presunta mazzetta o di come potesse eventualmente avere pilotato un appalto. Bensì per “sbirciare” nella vita sessuale del dirigente, che si sente (nelle intercettazioni) prendere accordi per incontri di natura sessuale. Con uomini. Con un ragazzo italiano, che è una specie di “punto di riferimento” e con altri, procacciati dall’amico o da stranieri «dediti allo sfruttamento della prostituzione maschile», si legge con dovizia di particolari negli atti.
Libero-news.itLibero-news.it

Ho una situazione da Napoli... non so come dirti, una cosa veramente da non perdere...quasi 32 anni, si parla di un'altezza di 1.93 per 92 chili, gran bel ragazzo



Un’ipotesi di reato c’è dunque, indispensabile per giustificare la presenza di quelle conversazioni nelle carte trasmesse dalla procura toscana a quella di Perugia, riconosciuta come «competente». Non si capisce però che cosa c’entri questa storia con gli appalti per il G8, per i 150 dell’Unità d’Italia e per i mondiali di nuoto 2009.

Perché gli incontri sessuali del funzionario della Protezione civile, Fabio De Santis, e del delegato per i cantieri sardi, Mauro Della Giovampaola, un’attinenza con l’inchiesta l’avevano eccome. Le donne procacciate loro da Simone Rossetti (collaboratore dell’imprenditore Diego Anemone) erano considerati dai magistrati una sorta di tangente per corrompere chi poteva influire sull’assegnazione degli appalti. Mentre nel caso di Balducci non è Anemone a organizzare e pagare le sue notti di divertimento, non è l’imprenditore a “sdebitarsi”, ma si prende semplicemente atto che «per organizzare incontri di natura sessuale, l’ingegnere Balducci si avvale di due soggetti che si ritiene possano far parte di una rete organizzata, operante soprattutto nella Capitale, di sfruttatori o comunque favoreggiatori della prostituzione maschile». Uno di questi sarebbe uno dei responsabili del coro di San Pietro. A riguardo, però, non risulta aperto alcun fascicolo né dirottato uno stralcio di questa indagine.

«Cielo mio marito»
Nei nuovi faldoni depositati alla procura di Perugia non ci sono solo i colloqui visti dal buco della serratura fra Balducci e i presunti procacciatori di prostituti che si dilungano al telefono in particolari sull’aitanza e possanza di ciascuno. Sono numerose le intercettazioni - e talvolta i pedinamenti - nei confronti di un altro dirigente della struttura degli appalti pubblici, Fabio De Santis, che già nella prima parte dell’ordinanza veniva sospettato di ricevere tangenti in natura (prostitute) da alcuni imprenditori che volevano tenerselo buono.

Questa volta spunta un nuovo imprenditore, Guido Ballari, che sembra pronto a utilizzare lo stesso sistema nei confronti di De Santis nel caldo agosto del 2008. Le intercettazioni integrali vengono allegate perché in questo caso il sospetto degli inquirenti (che su Balducci invece non avanzano alcuna ipotesi simile) è che le prestazioni sessuali offerte valgano come una tangente. Ma sotto il profilo della privacy questa volta il caso è assai più spinoso. Perché l’incontro sembra avvenire di comune accordo fra due amici e non fra corruttore e corrotto.
Libero-news.itLibero-news.it

Ho una situazione cubana, ho un tedesco appena arrivato dalla Germania, ho due neri, ho il calciatore, ho uno dell'Abruzzo, ho il ballerino Rai


Tanto che entrambi salgono a casa della donna prescelta. Non è una professionista, questo è certo. Anzi, è una donna sposata di cui vengono fornite nella documentazione le generalità, i numeri di telefonino, e perfino l’indirizzo di casa. Imprenditore e dirigente pubblico intercettati hanno solo una gran fretta per quell’incontro, che deve essere per forza di cose alle 4 e mezza di pomeriggio, puntuali «assolutamente… un’ora dopo arriva il marito… quindi rischiamo il dramma». L’incontro avviene sempre sotto la visione degli organi di polizia giudiziaria e il giorno dopo uno dei due protagonisti chiama l’altro fra le risate per raccontare lo scampato pericolo: «Mi volevo fare due risate… l’abbiamo scampata per otto minuti… Li mortacci!, porca puttana… È poco sì, per questo ero preoccupato…». E da questo gli inquirenti deducono che otto minuti dopo sia arrivato il marito della donna. Ma al caso citato non vengono allegati favori o appalti in grado di farlo leggere sotto altra luce di una avventura privata e agostana fra due compagnoni.

Fosca Bincher
Roberta Catania

Balducci e la prostituzione: le intercettazioni nell'infomativa dei Ros

"Nell'ambito del procedimento penale in oggetto è emerso che l'ingegner Balducci Angelo, per organizzare incontri occasionali di tipo sessuale, si avvale dell'intermediazione di due soggetti, che si ritiene possano far parte di una rete organizzata, operante soprattutto nella Capitale, di sfruttatori o comunque favoreggiatori della prostituzione maschile". I due uomini sono Mike, ma di nome fa Chinedu Thomas Ehiem, 40 anni, nigeriano, residente a Roma, "indicato all'anagrafe come religioso" e Lorenzo Renzi, di Feltre, 33 anni. Il contenuto delle loro conversazioni viene registrato dall'aprile 2008 al gennaio scorso. Eccone uno stralcio.
Libero-news.itLibero-news.it

C'è un amico croato che voleva vederti, se puoi trovare un'oretta, è una soluzione importante, lui è molto, molto, molto alto...



Il religioso: "Angelo (Balducci, ndr.)... io non ti dico altro. E' alto due metri, per 97 chili, 33 anni, completamente attivo". "Ho una situazione di Napoli, ho una situazione cubana, ho un tedesco appena arrivato dalla Germania, ho due neri, ho il calciatore, ho uno dell'Abruzzo, ho il ballerino Rai".

"Ho una situazione da Napoli... non so come dirti, una cosa veramente da non perdere...quasi 32 anni, si parla di un'altezza di 1.93 per 92 chili, gran bel ragazzo", "uno un po' più alto di me, palestrato, bel tipo, completamente attivo, moro, capelli corti, è un'ottima soluzione se no non avrei insistito"; "vuoi stare con il norvegese o anche con Richard? Che mi ha detto che può anche andare via, mi ha detto... se non lo vuoi"; "c'è un amico croato che voleva vederti, se puoi trovare un'oretta, è una soluzione importante, lui è molto, molto, molto alto... in tre sarebbe difficile per lui"; "in confronto a lui io sono normodotato...Ha un fisico incredibile, si libera alle dieci, è un amico mio e fa quello che dico io".

Sms: "sto in Vaticano, ora non posso parlare"

I ragazzi spesso frequentano i seminari o i collegi ecclesiastici di Roma. Balducci al prete: "lui poi a che ora deve ritornare in seminario?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • r2

    09 Marzo 2010 - 11:11

    Sig. Libero42, la chiesa è fatta di uomini a cui viene negato un aspetto non secondario. So benissimo che basta non farsi prete ma spero che Lei non sia uno di quelli che vogliono la vita deve fatta tutta di linee rette. Comunque se scoperti vanno puniti in modo adeguato. B fa pulizia e Benedetto fa pulizia. Questo me lo devono entrambi. Le scuole cattoliche penso abbiano diritto ad esistere ed anzi io parlerei di buoni spendibili in ognunavalutata e approvata dallo stato. Sugli sconti economici alla chiesa Lei non ha torto ma guardi cosa ha fatto Pertini (Ior). Se frequentare il seminario di Venegono è un male oscuro ce ne dia la prova, evidentemente per postare così Lei sà qualcosa. La prego, se non l'avesse fat di leggere il post di 44carlomaria così magari vediamo di parlare di certi arbitri e di certo loro modo di fare. Sono convinto che un sacco di rogne sono dovute agli arbitri, solo a loro. Saluti

    Report

    Rispondi

  • libero42

    08 Marzo 2010 - 13:01

    Piuttosto che i gay frequentatori del Vaticano,mi sembra più grave i miliardi di euro che la chiesa riceve dal Governo per scuola privata, per i 10.000 insegnanti di religione cui sono stati aumentati recentemente gli stipendi, per l'esenzione dell'Ici sull'enorme patrimonio immobiliare, con le mille case di riposo religiose,ecc. Tutto questo per compiacere i catto-berlusconiani seguaci del pio e casto Formigoni, frequentatore dell' impenetrabile seminario di Venegono. A proposito, noto l'assenza di Braccio di Montone e dei maschioni della destra (ormai di centro non c'è più niente nel PDL)

    Report

    Rispondi

  • mauro.pisoni

    04 Marzo 2010 - 11:11

    Già. O si è nascosto, o è implicato anche lui in ste cricche. E se ne capirebbero di cose laddove così fosse....

    Report

    Rispondi

  • libertario

    04 Marzo 2010 - 09:09

    è uno scherzo, vero? Diteci che è uno scherzo. Stiamo parlando del Vaticano, di un "Gentiluomo del Vaticano", dei gay che vengono per ultimi, molto dopo i dittatori tra le persone con cui dialogare, di storiche menzogne grandi come lo stesso Vaticano, di Boffo, di Marrazzo.... state scherzando, dài!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog