Cerca

La Polverini: vado avanti

La candidata del Lazio: c'è solo un partito della coalizione in difficoltà, noi proseguiamo

La Polverini: vado avanti
Renata Polverini non molla. nonostante le difficoltà e le decisioni del Tar, lei continua la sua campagna. E prova a ricominciare dai problemi della Regione, mettendo da parte  quelli dei timbri.  "Fin qui, sono stata l’unica a fare campagna elettorale perché dal'altra parte si parla di legalità, si parla di tutto tranne che dei problemi di questa Regione", ha detto infatti nel corso del Caffè di Rainews 24. "Io quando uscirò da questo studio - ha spiegato - andrò a visitare un ospedale, come ho fatto anche ieri". "Penso ce c'è stato un tentativo da parte del governo e del capo dello Stato di restituire il diritto di andare a votare per milioni di cittadini".

La candidata alla presidenza della Regione Lazio, ha continuato poi spiegando, ancora una volta, che  "non cè stato un tentativo di cambiare le regole ma solo di interpretare la legge. Forse stiamo dando notizie che confondono gli elettori", ha aggiunto. Se per Roberto Formigoni esisteva il rischio che l’intera coalizione non potesse candidarsi, nel Lazio "c'è solo un partito della coalizione che mi sostiene che è in difficoltà: c'è una condidata di centrosinistra e una di centrodestra, che non partono alla pari perché io non posso contare sul partito più forte di Roma. Non è vero che non ci sono candidati. I candidati ci sono e la campagna va avanti".
Libero-news.itLibero-news.it

Ho fatto sindacalista per 27  anni, ho accettato questo incarico nell’interesse di questa  regione perchè credo ci sia bisogno di cambiare e sto facendo  campagna elettorale semplicemente sulle cose che interessano le  persone.


"Ho fatto sindacalista per 27  lunghi anni, ho accettato questo incarico nell’interesse di questa  regione perchè credo ci sia bisogno di cambiare e sto facendo  campagna elettorale semplicemente sulle cose che interessano le  persone. Questo ho fatto io, non credo di aver pestato i piedi a  nessuno", ha deto rispondendo al dubbio che dietro al 'pasticcio delle liste', ci sia anche una  "lotta nella maggioranza magari proprio contro il candidato  Polverini".
 
"Non penso addirittura di poter giustificare un caos così  grande - ha sottolineato la candidata - forse mi si sopravvaluta in  questo senso".


 "Il Capo dello Stato ha fatto un gesto importantissimo firmando il decreto. Un gesto che voleva restituire a tanti cittadini il diritto di votare", ha continuato. "Di questo l’ho ringraziato e mi piace ringraziarlo anche qui".

 A proposito delle critiche piovute dall’Italia dei Valori sul Capo dello Stato, Polverini ha aggiunto: "Non si tratta di critiche, ma di richiesta di impeachment, che è molto più grave".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • melmot

    09 Marzo 2010 - 16:04

    ed ora tutti a votare per la DESTRA di storace, pensate se anche senza il PDL la sinistra di Bersani, di Pietro, il popolo viola, grillo ed altra "fetenzia" del genere perdessero le elezioni dovrebbero solo espatriare per la vergogna.

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    09 Marzo 2010 - 14:02

    Come? Si può votare Polverini ma non PDL, che bello viva la Polverini, viva Fini abbasso il PDL.

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    09 Marzo 2010 - 14:02

    E pensare satiral (nel senso "satira" magari visti i commenti...) che nel 2010 ci sono ancora degli allocchi che credono che è sempre e comunque tutta colpa dei comunisti ("comunisti" nell'edizione 2010 siamo arrivati ad annoverarvi dopo Fini, la Mussolini, il Vaticano, il PdR (anzi, no!ahah), gli inglesi, gli USA, l'Iran, la magistratura tutta, il CSM, l'ANM...mi fermo qua perchè non me le ricordo tutte le cazzate del PDL ma sono veramente tante)!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • therock

    09 Marzo 2010 - 12:12

    ...magari questa semplice ma illuminante verità la si poteva dire prima...ma comunque avanti così...la candidata presidente è votabile....che tristezza questa continua ricerca del comunismo in chi vi giudica amici del pdl...mi fa veramente tristezza vedervi accodare con immediatezza alle "rivelazioni" dei pennivendoli di regime

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog