Cerca

Il legittimo impedimento è legge

Il senato vota la fiducia con 169 sì. Contrari 126 senatori, tre gli astenuti

Il legittimo impedimento è legge
Il Senato ha approvato definitivamente la legge sul legittimo impedimento. I sì sono stati 169; i no 126; gli astenuti 3. Il legittimo impedimento, dunque, è legge.

La giornata in aula - Dopo due voti di fiducia, l’aula del Senato ha dato il via libera definitivo al ddl sul legittimo impedimento, lo scudo che consente al presidente del Consiglio e ai ministri di sottrarsi alle convocazioni in sede giudiziaria, privilegiando gli impegni governativi autocertificati.

Cos'è il legittimo impedimento - E' una legge ponte che salva il premier e i ministri dai processi per 18 mesi, in attesa dell’approvazione di un nuovo lodo Alfano per via costituzionale. Due articoli consentiranno "al presidente del Consiglio dei ministri e ai ministri il sereno svolgimento delle funzioni loro attribuite dalla Costituzione e dalla legge". L'articolo 2 riguarda appunto il carattere di legge ponte, cioè l'applicazione della nuova norma "fino alla data di entrata in vigore della legge costituzionale" e fissa inoltre l'entrata in vigore della nuova norma sul legittimo impedimento al giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il testo prevede che le attribuzioni previste dalla legge che disciplina l’attività di Governo e della presidenza del Consiglio, dal regolamento interno del Consiglio dei ministri, le relative attività preparatorie e consequenziali, nonché‚ di ogni attività comunque "coessenziale" alle funzioni di governo costituiscano legittimo impedimento per il premier a comparire alle udienze penali che lo vedono imputato (non a quelle in cui è parte offesa). Stesso trattamento vale per i ministri.

Sarà Palazzo Chigi ad autocertificare l’impedimento - "Ove la presidenza del Consiglio dei ministri - recita il testo - attesti che l’impedimento è continuativo e correlato allo svolgimento delle funzioni di cui alla presente legge, il giudice rinvia il processo ad udienza successiva al periodo indicato. Ciascun rinvio non può essere superiore a sei mesi". Il corso della prescrizione rimane sospeso per l’intera durata del rinvio. La legge si applica anche "ai processi penali in corso in ogni fase, stato o grado, alla data della entrata in vigore della legge".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liberovero

    12 Marzo 2010 - 18:06

    il Governatore sinistro, ancorchè non ancora indagato, si è dimesso e non è più governatore. Altri invece nonostante i porcedimenti penali pendenti non solo restano al loro posto ma tengono impegnato il Parlamento per fare leggi a proprio esclusivo uso e consumo. Sono certo che la differenza tra le due posizione Le è ben chiara. Cordialità.

    Report

    Rispondi

  • sconosciuto

    11 Marzo 2010 - 18:06

    xValeria78 si bella troiata... ma quando le caprette vengono munte per pagare le trans e la cocaina a un governatore sinistro ,per te e meraviglioso ??o forse ci marci ???

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    11 Marzo 2010 - 11:11

    Eh si, questi sono i problemi dell'Italia che un governo SERIO e RESPONSABILE affronta a viso aperto: economia, previdenza sociale, ambiente..................grazie a questo ennesimo DL ottenuto per fiducia finalmente hanno sistemato tutti i problemi di cui sopra e.............................ehm, mi dicono che il DL serve solo ad una certa persona, CASUALMENTE PdC e CASUALMENTE con pendenze in odore di prescrizione (l'innocenza dei furbetti), per dare la possibilità di saltare udienze nei tribunali a fronte di impegni istituzionali (mi ricorda un certo lettone di Putin , forse un deja vù?) con durata di 18 mesi (mmmmmm).........mmmmmmmmmmmm ho finito le "m" sulla tastiera, andate avanti voi.....

    Report

    Rispondi

  • delneo

    11 Marzo 2010 - 11:11

    come al solito il cavaliere preferisce occuparsi delle sue beghe giudiziarie,piuttosto che dei reali problemi del nostro paese,sarebbe ora di finirla con questa vergogna,stiamo facendo ridere il mondo!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog