Cerca

Berlusconi e Di Pietro i leader più ricchi

A sorpresa il leader dell'Idv rimane in testa alla classifica. Crollano Tremonti e Bertolaso

Berlusconi e Di Pietro i leader più ricchi
Il presidente del Consiglio si conferma il più ricco tra i parlamentari della Repubblica. Il suo reddito è cresciuto di 9 milioni di euro in un anno, passando dai 14.532.538 del 2008 ai 23.057.981 del 2009. Tra i beni immobili intestati a Berlusconi risultano anche 5 appartamenti e due box a Milano e un terreno ad Antigua. Alla voce «variazioni in aumento» compare l'acquisto di un immobile a Lesa, nel novarese e la costruzione di un immobile sul terreno di Antigua.

Il secondo leader più ricco, dopo il premier, risulta Antonio Di Pietro con 193.211 euro. Seguono Umberto Bossi (+22mila euro con 156.405) e Pier Luigi Bersani (150.450 contro i 163.551 del 2008), rispettivamente in terza e quarta posizione. Il leader che guadagna meno è il numero uno dell'Udc Pier Ferdinando Casini, in perdita rispetto al 2008 con 123.005.

La crisi sembra aver colpito pesantemente il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. Nel 2008 il titolare del dicastero di via XX settembre ha dichiarato un reddito imponibile di 39.672 euro contro i 4.536.164 euro dell’anno precedente. Il ministro ha iscritto nella dichiarazione dei redditi un credito di imposta di 70.376 euro. Il presidente della Camera Gianfranco Fini ha invece un imponibile 2009 di 141.176 euro. L’anno precedente aveva denunciato al fisco 105.633 euro. Da quando è diventato presidente della Camera, insomma, Fini avrebbe guadagnato circa 35 mila euro in più. Segno meno anche per Guido Bertolaso. Il reddito imponibile del sottosegretario di Stato e capo della Protezione Civile è ''crollato' con un imponibile di 613.403 euro nel 2008 rispetto a 1.013.822 di euro del 2007, subendo cosi' una flessione di circa il 40%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • futuro libero

    18 Marzo 2010 - 11:11

    Berlusconi è il più ricco, lo è sempre stato, è un bravo imprenditore che si è tirato su le maniche per far fruttare i suoi investimenti dando inoltre lavoro a migiaia e migliaia di persone da almeno 40 anni. Di pietro in pochi anni è il secondo più ricco, come ha fatto a diventare ricco? forse appropriandosi dei soldi del partito? forse comprando appartamenti con i soldi dei suoi iscritti e poi facendo pagare il mutuo ai suoi collaboratori del partito? o forse facendo certi favori chiudendo gli occhi però facendosi pagare profumatamente prima di chiudere gli occhi (per poter controllare che ci fosse tutto).

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    17 Marzo 2010 - 22:10

    Da poveraccio pesta zolle,a ricco sfondato,tutto in poco tempo.Così si fa per essere utili all'umanità.Neppure questo che sbraita tanto,si è ridotto il...salario sudato!?....Per venire incontro ai cittadini in difficoltà.Ciò significa che non è convinto che ci siano difficoltà economiche per molti.Da buon tiranno,si lava continuamente la bocca sulle difficoltà dei cittadini,per fare propaganda,ma si tiene stretto,stretto le sue sostanze, da mistificatore velenoso incallito.

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    17 Marzo 2010 - 10:10

    Non è' possibile verificare la differenza dei redditi dichiarati di questo soggetto da quando era magistrato ad onorevole del 2009?

    Report

    Rispondi

  • fiscadr

    17 Marzo 2010 - 09:09

    Cosa vi aspettavate che fosse in miseria. Kaiser Tonino primo il grosso, sbraita e strilla per il proprio interesse che è quello del partito che a lui fa capo. Italia dei Valori (del proprio portafoglio). Nessuno fa cagnara per niente, nemmeno il Kaiser Tonino. Intanto ha condizionato a doppia mandata il Partito Disastrato dove gli intrallazzatori e gli affaristi sono sempre stati di casa, ed ora tenta il colpo grosso: abbattere $B ed impossessarsi di quanta più roba del suo impero sia possibile. Pensate che sia una bufala? Intanto il tentativo dei 650 ml di De Benedetti mi fa pensare che la manovra veda la sua orchestra. Poi tutto quel casino che fa contro un colpo di Stato di Berlusconi, mi ricorda che la prima gallina che canta ha fatto l'uovo. Per me è lui che potrebbe essere a capo del Pronunciamiento. Come farà? Non lo so, ma so che nel PD ci sono fior di esperti nell'abbattere le democrazie. E il Kaiser ne è la guida. Occhio!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog