Cerca

"Balducci? Scelto dal governo precedente"

Berlusconi interviene sull'ex presidente del consiglio del lavori pubblici

"Balducci? Scelto dal governo precedente"
"Ricordo che Balducci non l'abbiamo nominato noi, ma il precedente governo e dato che non facciamo piazza pulita degli uomini nominati lo abbiamo lasciato al suo posto". Così il premier Silvio Berlusconi interviene a proposito dell'inchiesta sugli appalti per il G8 nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi.

L'udienza - L'intervento arriva nel giorno dell'udienza al tribunale del riesame di Firenze. Fabio De Santis e l'imprenditore Francesco Maria De Vito Piscicelli, accusati di corruzione per gli appalti della Scuola marescialli dei carabinieri, chiedono la revoca delle misure cautelari eseguite il 4 marzo e il trasferimento dell'inchiesta da Firenze a Roma. Lo stesso 4 marzo l'ordinanza di custodia era scattata anche per l'avvocato romano Guido Cerruti, ai domiciliari, e per l'ex presidente del consiglio del lavori pubblici, Angelo Balducci, già in carcere per l'inchiesta sui grandi eventi.
I legali di Balducci hanno rinunciato al riesame, dopo la bocciatura del ricorso presentato al gip di Firenze, lo scorso 16 marzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    19 Marzo 2010 - 19:07

    "Liberovero" Quindi , di conseguenza sarà d'accordo con me , che bisogna aspettare fino al terzo grado di giudizio ,prima di dire che uno ha sbagliato. Inoltre , l'Italia deve ritornare allo Stato di Diritto , e i Magistrati devono regolarsi di conseguenza.Il Csm deve essere obiettivo , e condannare le fughe di notizie.Non mi pare che questo sia mai successo.La custodia cautelare deve tornare ad essere lo strumento che era all'origine , cioè solo nei casi gravi e eccezzionali.Idem per le intercettazzioni, da epoche passate ,come i telefoni bianchi.Parità tra accusa e difesa ( reale non teorica ), e i capi degli uffici giudiziari devono poter sanzionare i sottoposti, come in tutti gli uffici del mondo.La politica deve diventare rapida ed efficente,al passo dei tempi.Non è possibile vedere l'ostruzionismo di mestiere nel parlamento.Si deve evitare di usare la magistratura come una pistola per colpire gli avversari.Ho preteso troppo?

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    19 Marzo 2010 - 15:03

    chi sbaglia deve pagare a prescindere dall''appartenenza politica o dalla nomina. Io forse sarò pure strabico ma non vedo mai qualcuno di centrodestra dimettersi perchè ha sbagliato, anzi restano in carica nonostante i mandati di cattura.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    19 Marzo 2010 - 14:02

    Ammesso che si possa mantenere una persona nella carica dove è stata posta dal predecessore, ora che è diventato lampante quale siano le vere attività ed interessi del figuro, cosa frena il licenziamento con disonore e la denuncia per le attività criminose? Quali ostacoli esistono ancora per radiare il delinquente e assumerne un possibile probo sostituto? Cosa ostacola un eventuale processo di pulizia del quale gli italiani tutti hanno estrema necessità per non sentire le palle rimbalzare a terra sonoramente e più volte?

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    19 Marzo 2010 - 14:02

    "Liberovero " Assolutamente falso.Anche di Bertolaso è stato detto migliaia di volte che era presente quando governava Prodi. Anche Di Pietro ,disse di Mautone, che lo aveva trovato già nei lavori pubblici , mica poteva licenziare tutti ?La responsabilità penale è personale , chi sbaglia paga..o dovrebbe pagare , visto che siamo in Italia è il marcio lo si vuole vedere solo da una parte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog