Cerca

Santanchè show

"Prostitute nei bar e ristoranti": la proposta della parlamentare

Santanchè show
Questa volta Daniela Santanchè spara in alto.  Diretta e schietta, ha abituato il pubblico alle sue dichiarazioni forti.
Anche questa volta non è stata da meno. "Bisogna togliere le prostitute dalle strade", spiega durante il programma Klauscondicio, condotto da Klaus Davi. " Come fanno in Spagna. Lì ci sono locali idonei, ad esempio bar e ristoranti, dove ai piani superiori sono presenti delle stanze utilizzate per questo".
Una frase buttata lì, quasi per caso, ed è subito polemica.  Secondo il sottosegretario al ministero per l’Attuazione del programma, in questo modo sarebbe "più facile eseguire controlli" e combattere "la tratta delle schiave e delle minorenni".
D'Addario- "È sbagliato pensare che dopo il caso D'Addario - aggiunge la Santanchè - per il governo sarebbe impopolare varare una legge sulla prostituzione. Al contrario, sono assolutamente convinta della necessità di mettere mano alla regolamentazione del fenomeno, soprattutto per liberare quelle tante donne, spesso minorenni, che sono schiave".

Reazioni- Non mancano le reazioni politiche. Secondo Sesa Amici, del Pd, "pare più uno spot da dare in pasto agli elettori che una proposta". "Il governo purtroppo sul tema della prostituzione non ha mai fatto sul serio - aggiunge. - Ha annunciato misure restrittive che però sono state applicate solo nei centri storici perché nelle nostre periferie non è cambiato nulla, così come non investe nel contrasto allo sfruttamento e alla tratta che restano i nodi centrali di questa piaga». Duro anche il commento di Alessandra Mussolini, presidente della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'adolescenza: "In Parlamento risiedono importanti proposte presentate per regolare la prostituzione. È una vergogna solo poter pensare di legare le attività commerciali con la prostituzione, a meno che qualche genio non immagini bar con un listino prezzi dove oltre a bevande e gelati si possa trovare il corpo della donna». Per la Mussolini, «l'argomento è troppo serio per battute senza senso". Dunque, aggiunge, "la Santanchè si limiti a scaldare la poltrona che ha gentilmente quanto misteriosamente ottenuto e lasci lavorare il Parlamento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piffi

    07 Gennaio 2012 - 21:09

    Gia ' e ' tanto che ha avuto una idea, adesso dovrebbe dare l esempio. Visto mai? Almeno sarebbero soldi guadagnati onestamente.!!!!!!!! Grande rispetto x le prostitute.

    Report

    Rispondi

  • piffi

    07 Gennaio 2012 - 21:09

    Ecco ,sarebbe un lavoro onesto!!!!

    Report

    Rispondi

  • maria elisa

    25 Marzo 2011 - 12:12

    signora Daniela brava,forte e determinata.Non si lasci impressionare dai suoi nemici.Abbiamo bisogno di gente come lei.I miei complimenti.

    Report

    Rispondi

  • Olandesina

    21 Marzo 2010 - 20:08

    Belle parole, la prostituzione deve sparire...e così anche la fame nel mondo, la povertà, il razzismo e le malattie. Belle anche le favole, vero? Fino a quando la gente nasconderà la testa sotto la sabbia come gli struzzi i problemi del mondo non saranno mai risolti. Perlomeno la Santanché ha fatto una sua proposta realistica e plausibile, senza far finta che il fenomeno della prostituzione non esista o senza limitarsi a dire che "non dovrebbe esistere". Così sono capaci tutti...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog