Cerca

I vescovi si schierano: "Questo voto sia contro l'aborto"

L'indicazione ai cattolici prima delle Regionali può incidere su Lazio e Piemonte

I vescovi si schierano: "Questo voto sia contro l'aborto"
Questa volta la CEI non ha lasciato nulla di sottinteso.  E sul voto della prossima settimana si pronuncia in prima persona la guida dei vescovi italiani, il card. Angelo Bagnasco. La difesa della vita umana, innanzitutto dal "delitto incommensurabile" dell'aborto in tutte le sue forme, è uno dei valori "non negoziabili" in base al quale i cattolici devono votare nelle prossime regionali. Questo in sintesi quanto ha indicato il presidente della Cei aprendo oggi i lavori del Consiglio episcopale permanente, il "parlamentino" dei vescovi italiani. Un'indicazione inequivocabile, specie se si considerano le candidature della regione Lazio, con un'Emma Bonino da sempre convinta abortista. Insomma, appare chiaro che tra la leader radicale e la candidata del Pdl Renata Polverini, la scelta per i cattolici sia quasi obbligata.  E così in Piemonte, dove i cattolici potrebbero trovarsi ad abbandonare l'Udc (alleato della assai poco cattolica Bresso) e sostenere invece il leghista Cota, di cui Bagnasco è simpatizzante.
L'arcivescovo di Genova, a motivazione del suo intervento,  ha elencato questi valori imprescindibili: "la dignità della persona umana, incomprimibile rispetto a qualsiasi condizionamento; l'indisponibilità della vita, dal concepimento fino alla morte naturale; la libertà religiosa e la libertà educativa e scolastica; la famiglia fondata sul matrimonio fra un uomo e una donna".
Su questo fondamento, ha spiegato, "si impiantano e vengono garantiti altri indispensabili valori come il diritto al lavoro e alla casa; la libertà di impresa finalizzata al bene comune; l'accoglienza verso gli immigrati, rispettosa delle leggi e volta a favorire l'integrazione; il rispetto del creato; la libertà dalla malavita, in particolare quella organizzata".

La condanna dell'aborto- Durissime le sue parole contro l'aborto, descritto come "un'ecatombe progressiva", che si vuole rendere "invisibile" attraverso l'uso di pillole da assumere in casa. "Che cosa ci vorrà ancora - si è chiesto il presidente della Cei - per prendere atto che senza il principio fondativo della dignità intangibile di ogni pur iniziale vita umana, ogni scivolamento diviene a portata di mano?» «In questo contesto, inevitabilmente denso di significati, sarà bene - ha subito proseguito - che la cittadinanza inquadri con molta attenzione ogni singola verifica elettorale, sia nazionale sia locale e quindi regionale". "L'evento del voto è - ha detto - un fatto qualitativamente importante che in nessun caso converrà trascurare". (Fonte Ansa)


Chiesa e pedofilia- I vescovi italiani hanno applicato per tempo le severe norme stabilite dal Vaticano contro i preti pedofili. È quanto ha voluto chiarire questo pomeriggio, il cardinale Angelo Bagnasco, aprendo i lavori del Consiglio episcopale permanente a Roma e con una lunga relazione in cui ha toccato in modo approfondito il problema degli abusi sessuali sui minori da parte del clero. "Le direttive chiare e incalzanti - ha affermato la guida della CEI - già da anni impartite dalla Santa Sede confermano tutta la determinazione di fare verità fino ai necessari provvedimenti, una volta accertati i fatti. I Vescovi italiani prontamente ne hanno preso atto e hanno intensificato lo sforzo educativo dei candidati al sacerdozio, il rigore del discernimento, la vigilanza per prevenire situazioni e fatti non compatibili con la scelta di Dio, una formazione permanente del nostro clero adeguata alle sfide". "Siamo riconoscenti - ha aggiunto - alla Congregazione per la Dottrina della Fede per l'indirizzo e il sostegno nell'inderogabile compito di fare giustizia nella verità, consapevoli che anche un solo caso in questo ambito è sempre troppo, specie - ripeto - se chi lo compie è un sacerdote".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MMADRID

    25 Marzo 2010 - 14:02

    I Veri Satanisti Masscherati Stanno Tutti a Sinistra,Basta vedere per che cosa Stanno Abborto ,unioni Gay,Libero spaccio Di droga ecc..,E normale che la Chiesa Prenda Parte,Ma Cosa vogliono Sti Comunisti La Donna umbriaca e la panza piena

    Report

    Rispondi

  • civenna

    25 Marzo 2010 - 07:07

    per entrare nelle grazie della chiesa romana devi essere: pedofilo pederasta permetter ai poveri d'africa di nascere per patire fame sete e violenza essere un mafioso e violento per farti perdonare ... soprattutto fatti prete che non hai da sostenere una tua famiglia ma devi solo dire agli altri cosa fare (figli) per soffrire la fame.

    Report

    Rispondi

  • r2

    23 Marzo 2010 - 22:10

    Io non ci trovo niente di male se il clero parla ai suoi fedeli, e a chi altrimenti? Se il papa indica il comportamento per un cristiano fà il suo dovere. Poi sarà il fedele che dimostrerà quanto fedele è. Che paure avete mai per scatenarvi in questo modo? Se alcuni preti,pochi, hanno sbagliato non è giusto incolpare tutti. Forse c'è stata volontà di nascondere le cose ma vedendo che postate con tanto di fiele andato a male....... Comunque potevano evitare certe coperture. Lasciateli fare che poi in coscienza decido io come fare. E' già successo. Mica sono come qualcuno che ancora ripete come imbecille papi quì papi là solo perchè ha letto un giornale tanti mesi orsono. Considerate che adesso torna il vs Veltroni che prima risolve finalmente il caso Pasolini, magari con l'aiuto di Marrazzo, e poi sicuramente presenta l'ennesimo progetto magari di un nuovo partito, ma nuovo eh, così risistema tutto meglio, ma molto meglio delle volte precedenti.

    Report

    Rispondi

  • alasinistra

    23 Marzo 2010 - 13:01

    Visto che si vota per le regionali e visto che le regioni non hanno nessuna possibilità di intervenire nella materia penso che il buon Bagnasco avrebbe fatto molto meglio ad occuparsi dei pastori anzichè del gregge. A meno che...........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog