Cerca

Berlusconi buttato nella mischia dai pm

"Non avrei partecipato alla campagna elettorale senza tutti questi attacchi"

Berlusconi buttato nella mischia dai pm
"Non avrei deciso di partecipare a questa campagna elettorale senza tutti questi attacchi, uno dietro l'altro, verso di me" da parte della magistratura. Lo rivela il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in un'intervista alla "Stampa" a pochi giorni dal voto per le Regionali. Il premier dichiara che il suo stato d'animo è positivo, nonostante sia "rammaricato" dagli interventi dei pm, che hanno "impedito di ricordare agli italiani quanto di miracoloso ha fatto il governo in questi due anni" e quanto farà nei prossimi tre.
Libero-news.itLibero-news.it

Gli attacchi dei pm hanno impedito di ricordare agli italiani quanto di miracoloso ha fatto il governo in questi due anni

"E' per questo - spiega il Cavaliere - che sono sceso in campo personalmente". Il suo intervento diretto in campagna elettorale "non sarebbe stato necessario senza questi attacchi, uno dietro l'altro. Sono stato di nuovo obbligato dai pm a buttarmi nella mischia". E' ormai "un'urgenza per il Paese", quindi, una riforma della giustizia, cui si provvederà subito dopo il voto. Altrettanto urgente sarà la decisione sul presidenzialismo e "vedremo se andare verso l'elezione diretta del Capo dello stato o del premier".

Libero-news.itLibero-news.it

I leader del Pd non riescono a sottrarsi all'estremismo, malattia infantile del comunismo

Nemici e alleati - Quanto al confronto con il Pd, Berlusconi assiste "con vera angoscia a un fenomeno grave: i leader del Pd, anche quelli che partono con le migliori intenzioni, come era accaduto con Veltroni prima e con Bersani ora, non riescono a sottrarsi all'estremismo, "malattia infantile del comunismo", secondo quel saggio di Lenin". È invece positiva la sfida rappresentata dalla Lega: "Bossi è alleato fedele e alla sfida del Carroccio noi non dobbiamo rispondere in modo polemico, ma correndo come e più di loro".

Le tensioni con Fini - Alla domanda su un suo possibile successore, il premier osserva che è "offensivo parlare di futuro con me che sono in piena forma e ho l'approvazione del 62 per cento degli italiani". Tra i papabili ieri, il direttore di una rete tv ha indicato Fini - che ha cercato di evitare la risposta- come futuro presidente del Consiglio. E a proposito del presidente della Camera, sulle presunte tensioni, Berlusconi spiega che di queste "si legge soprattutto sui giornali. Io stesso non ho condiviso alcune scelte ma ho accettato quello che il partito ha deciso". Apprezzamento invece per il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che "sul decreto salva-liste ha dimostrato grande correttezza ed elevato senso dello stato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uffa

    23 Marzo 2010 - 16:04

    Il cav. è stato ataccato e quindi si è buttato nella mischia. Vediamo come è stato attaccato questa volta: 1) Il pasticcio delle liste consegnate fuori termine di legge Per questo pasticcio ha tentato prima di cambiare le regole del gioco (avrebbe voluto fare un DL per allungare i termini) - Bocciato da Napolitano; Infine in accordo con Napolitano ha fatto il famoso DL salva liste. Vistosi perso ha come al solito buttato fango sulla sinistra e sulla magistratura dicendo che è stato un complotto. A me non sembra. 2) La vicenda delle intercettazioni di Trani Reato o no, rimane il fatto che ha fatto presioni per oscurare chi non gli è gradito. Come cittadino ben vengano queste intercettazioni. Datemi pure la vostra versione dei fatti.

    Report

    Rispondi

  • gian65

    23 Marzo 2010 - 14:02

    il papy continua a dire le stesse cose da 15 anni : e' di una monotonia pesante. lui pensa di essere intelligente ma in realta sta rompendo le palle a tutti compreso i suoi. se ha subito 16 o 17 processi da cui Lui dice di essere sempre stato assolto ( ma non e' cosi...ed i giornali compreso libero dovrebbero dirlo chiaramente )e' perche' ne ha combinate troppe e sporche anche. carica i suoi problemi sulle spalle di quelli che lo hanno votato il 35% di chi ha votato, il che vuol dire che il 65% compreso chi non ha votato non lo ha scelto : questa e al realta',altro che la maggioranza degli italiani lo hanno scelto. ma come si fa a votare un caccia balle come lui : le ha sempre raccontate ed e' il primo a crederci.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    23 Marzo 2010 - 14:02

    Domando ai molti cittadini che leggono o ascoltano le TV,cosa avreste fatto,ognuno di Voi se vi sareste accorti che tra le miriadi di delinquenti che circolano liberamente, certa magistratura si interessa,senza aver mai raggiunto uno straccio di prove ,un accanimento impressionante soltanto su di Voi ? - La stessa Dirigenza della magistratura si è dimostrata partigiana nel non riconoscere che molti di questi magistrati che si sono accaniti contro Berlusconi,hanno agito solo per partito preso . Allora, è giusto o no che costoro hanno violato la deontologia per la quale hanno concorso per essere assunti in magistratura ? - secondo me, sì e se fossero onesti con loro stessi,si dovrebbero dimettere.

    Report

    Rispondi

  • valeria78

    23 Marzo 2010 - 13:01

    PAPI dovresti essere in galera da parecchi anni...... purtoppo gli italioti ignoranti ti votano e tu ti cambi le leggi per non finire dietro le sbarre...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog